Il Perù luxury e slow di Gattinoni Travel Experience

15 giugno 10:38 2017 Stampa questo articolo

Il nuovo Hub Gattinoni, in via Statuto a Milano, è stato il teatro della serata dedicata al Perù organizzata dalla divisione Travel Experience in collaborazione con Belmond e Latam Airlines. Oltre 50 tra agenti di viaggi e giornalisti hanno approfondito la conoscenza del Paese sudamericano prima con una presentazione, poi con uno showcooking a base di prodotti tipici peruviani.

La serata ha visto la presenza di Fabio Caserini, account manager di Latam Airlines, azienda nata 4 anni fa dalla fusione di Lam e Tam e sempre più in crescita per le destinazioni d’affari del Sud America. Tre i voli giornalieri verso Lima, con diretti da Madrid e Barcellona, e partenze da Milano via San Paolo, operate con Boing 767.
A illustrare le prestigiose location Belmond e ricordare alcune possibilità per chi sceglie una vacanza tailor made firmata Gattinoni, è stato Alberto Albéri, manager di Gattinoni Travel Experience, che ha raccontato per immagini le suggestive destinazioni del sud del paese, ancora legate alla cultura inca e alle tradizioni andine.

«Puntiamo molto a queste serate dedicate ai diversi Paesi. L’obiettivo è entrare in profondità nella conoscenza delle destinazioni, trattando tutti i temi che interessano il viaggiatore: i collegamenti aerei, le proposte alberghiere e le esperienze che si possono fare in questi luoghi. Al cliente Travel Experience sta a cuore informarsi e conoscere il Paese che andrà a visitare, per questo, a nostra volta, ci teniamo a formare e informare le agenzie del nostro network in modo che possano soddisfare i desideri di questi clienti, aiutandoli a confezionare il viaggio perfetto», ha sottolineato Albèri.

Nella zona d’elite di Lima si può optare per il Belmond Miraflores Park, con le sue 89 suite con vista sull’Oceano Pacifico. A Cusco, la capitale storica e patrimonio mondiale Unesco, ci sono il Palacio Nazarenas e l’Hotel Monasterio, entrambi edifici storici e a pochi passi dalla famosa Plaza de las Armas. Solo 23 camere, per l’Hotel Rio Sagrado, nella suggestiva Valle Sagrado, dove gli ospiti possono lanciarsi in avventure rafting o le famiglie possono entrare a contatto con deliziosi cuccioli di lama.

È possibile, inotre, unire lusso e slow travel a bordo dei treni Belmond, come l’Andean Explorer, primo treno di lusso del Sud America, o come l’Hiram Bingham, che da Cusco ad Aguas Calientes (in sole tre ore e mezza), permette di arrivare nei dintorni di Machu Picchu, dove si trova anche il Belmond Sanctuary Lodge, con le sue camere celate in una straordinaria oasi verde, a pochi passi dal sito più visitato e magico dell’intero paese.

Infine i tour che toccano il Titicaca, lago più alto del mondo, con i suoi villaggi galleggianti e gli itinerari che portano fino ad Arequipa e al Colca Canyon, con le sue 20 casitas di lusso, per scegliere una vista sulla valle dove volano ancora i condor.

Tra gli organizzatori della serata, Michela Bellomo, business travel manager Gattinoni, ha invitato gli ospiti allo speciale showcooking, per concludere la serata assaggiando anche il Perù in tavola. Lo chef del ristorante Los Incas di Milano ha quindi presentato e preparato due ricette simbolo della tradizione: il ceviche – famosa tartare peruviana preparata con pesce crudo e succo di lime, cipolla e leche de tigre (un latte aromatizzato con aglio, pepe, sedano e zenzero) – e la causa limeña, antica ricetta preparata con una purea di patate, pollo e mais.

L'Autore

Valentina Castellano Chiodo
Valentina Castellano Chiodo

Guarda altri articoli