Passo indietro di Uber in Norvegia

Passo indietro di Uber in Norvegia
10 Ottobre 06:30 2017 Stampa questo articolo

Sì alle regole, no al far west delle auto. Così Uber ha deciso di sospendere in Norvegia il suo UberPop, servizio senza licenza per ottenere passaggi da privato a privato attraverso una app. Lo ha annunciato la compagnia stessa in una nota, spiegando che la misura è stata presa in attesa di una nuova legge del settore da parte delle autorità norvegesi.

«Intendiamo dare il segnale che vogliamo essere sottoposti a una regolamentazione», ha rimarcato Carl Edvard Endresen, alla guida di Uber nel Paese scandinavo.

Stando a quanto riferisce il quotidiano finanziario locale E24, l’annuncio anticipa di alcuni giorni la risposta del ministero norvegese dei Trasporti all’autorità di sorveglianza dell’Efta, che ha chiesto al governo di rivedere le norme del settore visto che quelle attuali limitano la libera concorrenza. La scadenza è fissata per il 27 ottobre, mentre lo stop al servizio UberPop è previsto per il 30 ottobre.

Già lo scorso luglio UberPop era stato sospeso in Finlandia. Il servizio, osteggiato dai tassisti, è stato congelato anche in diversi altri Paesi europei, Italia inclusa. Nelle scorse settimane, inoltre, Londra non ha rinnovato la licenza a Uber per operare nella città.

UberPop, evidenzia la società statunitense, conta 280mila utenti in Norvegia. Gli altri servizi, UberBlack e UberXxl, continueranno a essere attivi nel Paese scandinavo.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore