Parte da Pavia il primo treno merci Italia-Cina

Parte da Pavia il primo treno merci Italia-Cina
01 dicembre 07:00 2017 Stampa questo articolo

La Cina è più vicina. Da questo novembre, ogni settimana dal Polo Logistico Integrato di Mortara (Pv), parte un treno merci speciale, direzione Chengdu, capoluogo della provincia cinese del Sichuan, 15 milioni di abitanti e principale centro di scambio del Paese. Il treno, il primo convoglio merci Italia-Cina, è composto da 17 vagoni in grado di caricare 34 container da 40 piedi. I prodotti contenuti in questo primo treno sono macchinari, mobili, prodotti in metallo, piastrelle e automobili.

Il treno merci attraverserà l’Europa passando attraverso la Polonia fino a Malaszewicze poi a Dostyk, in Russia, dove punterà in direzione della Cina: un viaggio di 18-22 giorni per coprire i 10.800 chilometri che dividono la Lombardia dalla provincia orientale. Il progetto nasce da una collaborazione tra il Polo Intermodale spa e Changjiu Logistic, gruppo cinese quotato in borsa a Shanghai dal 2016 che conta oltre 20 miliardi di fatturato, attraverso Changjiu Logistics, unico fornitore indipendente di servizi logistici per il mercato automobilistico tra i primi sei in Cina e prima società di logistica quotata in borsa.

La società cinese ha deciso di trasportare in patria i prodotti del made in Italy e ha firmato un protocollo d’intesa con la Regione Lombardia, optando per il treno reputato un mezzo più veloce rispetto ai circa 40 giorni della nave, e più economico rispetto all’aereo, visto che i costi si riducono di un quarto. Per il futuro è previsto soprattutto il trasporto di componenti, moda, cibo e vino ma grazie alla recente riduzione dei dazi doganali sull’importazione in Cina, sarà più facile arricchire ulteriormente la tipologia delle merci destinate al mercato orientale.

A pieno regime, l’accordo prevede anche l’incremento dei viaggi fino a ben quattro convogli a settimana.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore