Palmucci presidente Enit, via libera di Palazzo Chigi

Palmucci presidente Enit, via libera di Palazzo Chigi
11 Gennaio 10:09 2019 Stampa questo articolo

L’Enit ha il suo nuovo presidente per il prossimo triennio. Dopo il passaggio obbligato alle Commissioni parlamentari, l’ultimo Consiglio dei ministri svoltosi nella notte del 10 gennaio ha deliberato la nomina di Giorgio Palmucci a presidente dell’Agenzia nazionale del turismo, su proposta del ministro delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, Gian Marco Centinaio.

Si conclude così l’iter formale che vede l’ex manager Club Med sostituire Evelina Christillin. A fine dicembre, durante l’audizione alla Commissione parlamentare per l’industria, il commercio e il turismo del Senato, Palmucci aveva già fatto intuire quali sarebbero stati i punti chiave del suo mandato.

«In passato sono stato molto critico con la gestione dell’Enit, troppo spesso diventato un carrozzone. La mia volontà è fare in modo che diventi uno strumento che porti dei risultati e che porti avanti una strategia condivisa con le Regioni, senza sovrapposizioni». Basta, poi, con i Piani strategici elaborati dal ministero senza accordi con quello che dovrebbe essere il “braccio operativo” del turismo in Italia, perché l’obiettivo è fare della nuova Enit «un fiore all’occhiello per il Paese, dato che il turismo è il settore che può aiutare la crescita del Pil».

Non sono ancora noti, invece gli altri due consiglieri che andranno a completare il cda dell’Agenzia. Le nomine – che dovevano essere comunicate entro la fine dell’anno – sembrano ancora bloccate anche se le Regioni avevano già scelto come candidato Giovanni Lolli. Una delle due figure, inoltre,dovrà essere obbligatoriamente di sesso femminile.

“È una buona notizia per tutto il settore – commenta così Confindustria Alberghi in una nota congiunta del consiglio direttivo – La scelta di Giorgio Palmucci, un tecnico, un operatore con una lunga esperienza di successo alle spalle, è un segnale molto forte per il mondo alberghiero e turistico in generale.  Come operatori sappiamo che il mercato del turismo si muove con grandissima rapidità. Il lavoro dell’Enit, insieme alle Regioni, dovrà essere quello di riuscire a cogliere le grandi opportunità che in questo momento lo sviluppo globale dei flussi turistici sta mettendo a disposizione delle nostre imprese e del nostro Paese”.

SICUREZZA FERROVIE E OLIMPIADI. Tornando al Consiglio dei ministri, su proposta del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, è stato nominato anche il nuovo direttore dell’Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali e autostradali. Per prossimi dodici mesi, infatti, l’Agenzia sarà guidata dall’ingegnere Alfredo Principio Mortellaro.

Infine, il Consiglio dei ministri ha garantito il suo sostegno alla candidatura avanzata dai comuni di Milano e Cortina d’Ampezzo per ospitare i giochi Olimpici e Paralimpici invernali 2026.

Secondo il comunicato stampa emesso dal Cdm, “la lettera di garanzia prevede che i servizi di competenza statale da mettere a disposizione del Comitato organizzatore saranno prestati senza oneri a carico di quest’ultimo né dello Stato. Le relative coperture e quelle degli eventuali ulteriori oneri saranno oggetto di uno specifico accordo tra il Governo e i suddetti comuni, che se ne faranno carico congiuntamente alle Regioni Lombardia e Veneto”.

L'Autore