Palermo, inaugurato il Principe di Lampedusa Boutique Hotel

12 luglio 09:05 2018 Stampa questo articolo

Si espande l’attività del Gruppo Martello, storica azienda alberghiera di Lampedusa che, ha inaugurato in piazza Cassa di Risparmio – conosciuta come piazza Borsa – a Palermo il Principe di Lampedusa Boutique Hotel. L’ albergo è il primo investimento sull’isola grande del gruppo di Lampedusa che nella principale isola delle Pelagie già gestisce l’Hotel Martello e l’Oasis Resort Hotel, che presto sarà trasformato in villaggio turistico.

L’edificio è un raffinato palazzo risalente ai primi del ‘900 in stile new liberty ed è stato totalmente riqualificato attraverso un restauro durato tre anni. L’albergo è un quattro stelle nel cuore di Palermo, in una posizione tanto tranquilla quanto vicina alle principali attrazioni della città.

È punto di partenza per esplorare il centro storico oltre che visitare i monumenti che rientrano nel percorso arabo-normanno – dichiarato dall’Unesco patrimonio mondiale dell’umanità – e raggiungere rapidamente il Foro italico e la passeggiata monumentale che costeggia il mare. Dall’albergo si possono raggiungere a piedi sia corso Vittorio Emanuele che via Maqueda. Lungo questi due assi e le traverse che si dipartono, sorgono splendidi palazzi nobiliari e i principali monumenti: il Palazzo reale con la Cappella palatina, la cattedrale, la Martorana, piazza Pretoria, Teatro Massimo, Teatro Politeama.

«Alla base della scelta di Palermo per il nostro primo investimento fuori dall’isola c’è il fatto che Palermo per la nostra famiglia è un po’ la città adottiva, dove sono nati i miei figli e dove il turismo è in crescita – ha detto l’amministratore del gruppo Antonio Martello – Abbiamo voluto richiamare Lampedusa nel nome e a quanti mi chiedono chi sia il misterioso Pncipe cui è dedicato l’hotel, rispondo che è chiunque di noi è stato e sarà il protagonista di quelle storie coraggiose che hanno contribuito alla crescita di Lampedusa e all’affermazione dell’immagine della nostra isola nel mondo».

 

 

 

 

L'Autore