New York perde 300mila turisti per il travel ban di Trump

New York perde 300mila turisti per il travel ban di Trump
02 Marzo 07:30 2017 Stampa questo articolo

La Nyc&Company, organizzazione che si occupa del turismo della Grande Mela, ha rivisto le sue previsioni sul turismo del 2017 annunciando che sono attesi 300mila visitatori in meno rispetto allo scorso anno a causa del recente travel ban voluto dal presidente Trump. Le stime considerano, infatti, dei recenti cambiamenti di viaggio e accesso negli Usa di cui il precedente rapporto di previsione sul travel, datato ottobre 2016, non poteva tenere conto. Si tratta del primo calo di turisti registrato dal 2008, anno di inizio della crisi economica globale.

Tuttavia l’ente sottolinea che le presenze da parte del mercato domestico rimarranno importanti, con un aumento che si stima porterà la cifra quest’anno a 49,3 milioni di persone, che a sua volta farebbe aumentare la cifra totale dei visitatori da 60,7 milioni a 61,7 milioni di persone.

La Nyc&Company ha inoltre annunciato che lancerà una nuova campagna di comunicazione e marketing internazionale dal titolo New York City – Welcoming the World, che inizierà a marzo e prevederà diffusione sui media outdoor per 3 milioni di dollari su mercati come Uk, Messico, Germania e Spagna, più altri ancora in via di definizione. Partner internazionali, inclusi operatori e linee aeree, dovrebbero dare il loro supporto attraverso i loro canali e asset strategici. Obiettivo della campagna è parlare ai turisti che potrebbero essere più incerti sul loro viaggio a New York per tranquillizzarli sul fatto che visitare New York è l’esperienza straordinaria di sempre, e questo non cambierà, nemmeno dopo i provvedimenti decisi da Trump.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore