Il Nord Europa che piace ai clienti: crociere e fly&drive

30 aprile 07:00 2018 Stampa questo articolo

Sono i paesaggi naturalisti e la sensazione di poter visitare luoghi ancora incontaminati e selvaggi a spingere le vendite di itinerari alla scoperta del nord Europa. Meglio se a bordo di navi da crociera, «dove si ha la possibilità di toccare più mete, pernottando in un unico grande hotel galleggiante», ci dice Katia Iozzia, titolare di Iozzia viaggi a Modica (Rg).

L’itinerario più richiesto è quello che passa tra i fiordi norvegesi, ma si stanno facendo strada anche le capitali baltiche, dove si ha l’opportunità di visitare la Russia con un visto turistico cumulativo. Negli ultimi anni c’è stata anche la scoperta di Copenhagen, Helsinki, Oslo e Stoccolma, «facilmente raggiungibili con collegamenti a tariffe competitive con Ryanair, easyJet e Norwegian Air e più frequenti anche dal sud».

E mentre la crociera resta ancorata a un target medio-alto e senior, i giovani preferiscono visitare il nord Europa su base individuale, scegliendo la Norvegia come ideale prima tappa per un fly&drive. Per incrementare le vendite verso “il freddo nord”, Elena Tosti, dipendente di Kia Ora Travel nella Repubblica di San Marino, ha deciso di spingere maggiormente proprio sul segmento crociere: «Nella nostra realtà erano ancora poche le richieste. Così abbiamo deciso di puntare sugli itinerari proposti da Msc e Albatravel. Oggi ce le chiedono soprattutto i clienti più maturi o le coppie e la meta preferita sono i fiordi norvegesi, meno le capitali baltiche».

Tosti ci dice che lo scorso anno le isole Lofoten l’hanno fatta da padrone. Per gli amanti della fotografia si organizzano anche partenze di gruppo con fotografo professionista al seguito: «Tour di quattro o cinque giorni per catturare le bellezze di paesaggi mozzafiato».

Poter visitare questi luoghi a bordo di grandi navi offre anche i vantaggi del “tutto incluso”, guide che parlano italiano e soprattutto l’abbattimento dei costi per destinazioni di per sé più onerose rispetto ad altre. È ciò che ci dice Manuela Borsotti, titolare di Camuna viaggi a San Giorgio su Legnano (Mi): «Vendiamo crociere con Costa e Diamante principalmente d’estate e a un ampio target di clientela, dai senior alle famiglie con i bambini. Piace molto la navigazione tra i fiordi, seguita dalle capitali nordiche. Abbiamo cominciato a vendere anche long weekend su San Pietroburgo, sia d’estate che d’inverno. E proprio nella stagione invernale abbiamo mandato anche molti clienti a vedere l’aurora boreale».

Insomma, l’ampia offerta di itinerari crocieristici e collegamenti aerei più frequenti (anche a buon mercato) hanno favorito l’incremento della domanda verso il nord Europa. E non solo da parte della clientela più matura. «Sono luoghi che attirano anche i giovani, che li visitano con soluzioni fly&drive, offerte ad esempio da Mistral, soprattutto in Islanda. Per il fine settimana, Stoccolma è gettonata. Ai ragazzi interessa più la destinazione che le comodità e le coccole dei viaggi preconfezionati», afferma Paola Muratore, dipendente dell’agenzia Blu vacanze presso il Carrefour di Limbiate (Mb).

«Il viaggio che va per la maggiore è la crociera tra i fiordi, magari con estensione o tappa a Capo Nord oppure nelle capitali baltiche. Oltre a una clientela senior, pensionati e viaggi di nozze, sempre più famiglie scelgono la crociera. In calo, invece, la Lapponia». Per la fascia Muratore si affida a Msc, mentre per il target giovane sceglie il prodotto Hurtigruten di Giver.

«Oslo per il week end, il tour dell’Islanda, le repubbliche baltiche e i fiordi norvegesi. Direi che tutto il nord Europa sta attirando la curiosità di sempre più viaggiatori», ci dice Cinzia Tossi, del reparto viaggi di Titanic vacanze a Orzinuovi (Bs). «Qualcuno ci chiede di poter ammirare l’aurora boreale», aggiunge. Da Titanic vacanze si vende bene il classico tour organizzato con Boscolo o Mistral verso la penisola scandinava. Bene anche le crociere di Msc e Costa, soprattutto per famiglie e luna di miele. «Mentre i giovani preferiscono fare da soli, noleggiando un’auto in loco», conclude Tossi.

E se dopo diversi anni si rimette in programmazione un viaggio di 17 giorni in pullman fino a Capo Nord, passando per Germania, Svezia, Finlandia, Norvegia e al rientro includendo anche la Danimarca, significa che la domanda per il nord Europa c’è.

«Ed è un viaggio che sta riscuotendo molto successo», ci dice Moreno Scoscini, titolare di Antologia viaggi a Pistoia, agenzia che opera anche come tour operator. Scoscini conferma che l’area piace molto per l’aspetto naturalistico e che la forte componente itinerante la rende un prodotto poco adattabile al fai da te.

«Così come la complessità negli spostamenti e nei servizi logistici spinge il cliente in agenzia. Il viaggio più richiesto, soprattutto dal segmento senior, è quello di gruppo con accompagnatore e la Norvegia e i suoi fiordi quelli più gratificanti». Da Antologia viaggi sono apprezzate le crociere organizzate da Giver, «che negli anni è riuscita a costruire e consolidare un prodotto di grande affidabilità così come Costa e Msc».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Silvia Pigozzo
Silvia Pigozzo

Guarda altri articoli