La formula di Nicolaus-Valtur:
«Un’estate di rispetto sociale»

La formula di Nicolaus-Valtur: <br>«Un’estate di rispetto sociale»
22 Giugno 07:00 2020 Stampa questo articolo

Estate ai nastri di partenza e aperture già iniziate per il Gruppo Nicolaus, il 13 giugno in Toscana e il 19 a Selinunte, in Sicilia. Dal 26 riparte la Puglia, dal 27 la Sardegna; fino alla data ultima del 5 luglio in cui saranno completate le aperture delle strutture previste in Italia. Gaetano Stea, direttore prodotto del Gruppo, racconta quella che sarà una «stagione di rispetto sociale e di servizio per gli ospiti» con scelte di prodotto totalmente in linea con le ordinanze regionali e con il dpcm dell’11 giugno.

Gaetano SteaCome è iniziata questa nuova avventura post Covid? Prenotazioni?
«Stiamo modificando descrittivi e format adattandoli alla possibilità che ci danno via via le normative. Da circa dieci giorni si vede un forte ritorno alle prenotazioni. Le dichiarazioni di intenti sul turismo di prossimità stanno diventando realtà. Tutte le regioni, a cominciare da Toscana, Puglia e Calabria (e inizia la ripartenza di Sardegna e Sicilia), stanno tornando in questo momento a ricevere prenotazioni. C’è molto booking sotto data, per la settimana in essere o per quella successiva».

Che stagione sarà per Nicolaus?
«Non di guadagni, di margini, ma di servizio. Nicolaus sta puntando a fare una stagione per esserci e per dare la possibilità alle persone di tornare in villaggio e vivere quel tipo di socialità. E questo anche grazie alla collaborazione con gli albergatori, che hanno permesso di dare il via alle riaperture in Italia in un momento difficile».

E che tipo di vacanza sarà per i clienti?
«Di rispetto e divertimento per grandi e piccoli. Non usiamo più il termine distanziamento sociale che è burocratico e poco si confà all’idea dello stare in villaggio. Ci piace quest’anno parlare di rispetto sociale. Quello che in passato in qualche occasione era mancato causa riempimento massimo delle strutture, quest’anno – con la capacità al 60-70% – servirà per fornire un servizio migliore, più adeguato, che punta sempre più alla qualità del soggiorno».

Buone notizie per gli ospiti?
«Per esempio, sono stati riabilitati i giochi di squadra dal 25 giugno in poi, quindi si potranno organizzare anche le classiche partite di calcetto o il beach volley. Siamo aggiornatissimi con una task force interna che gestisce all’interno il prodotto e il prodotto complementare».

Quali sono le vere varianti della vacanza 2020 rispetto agli anni precedenti?
«L’unica vera variante che adesso mi sento di segnalare è la differenza rispetto alla somministrazione alimentare. Non sarà possibile il buffet self service – l’attività per quest’anno è derogata – ma dovrà essere tutto servito dagli operatori di sala. Così come per l’all inclusive o il soft all inclusive. Aumentano poi gli spazi in piscina e in spiaggia, sempre secondo le normative: 10 metri quadri a postazione in spiaggia e 7 in piscina sia nello spazio prendisole che in acqua».

E l’intrattenimento?
«Piccole varianti potranno esserci dal punto di vista della gestione degli spazi per bambini – baby club, mini club e young club – soprattutto nella fascia 0-3 anni che in qualche struttura potrebbero essere limitati, se gli spazi all’aperto dovessero non consentire l’intrattenimento di qualità. Ma non ci sono grandi stravolgimenti, solo modifiche impercettibili, che probabilmente i clienti non noteranno nemmeno. Invece usufruiranno di una vacanza con più spazio e più tempo che il nostro staff potrà dedicare a loro».

Sul fronte prezzi?
«La buona notizia per quanto riguarda il nostro Gruppo è stata la scelta di continuare, fin dalla riapertura delle vendite, con i prezzi che erano previsti a gennaio, ovvero la formula più estrema dell’early booking. Abbiamo voluto privilegiare il customer e non incidere sul prezzo. Idem, non abbiamo voluto pesare sulle agenzie con politiche restrittive, anzi abbiamo molto ampliato le policy in favore degli intermediari e allargato le maglie delle formule di annullamento. Abbiamo inoltre varato ulteriori provvedimenti come Bonus Nave per la Sardegna, in modo da offrire ulteriori facilitazioni a chi viaggia in traghetto, e da questa settimana partono altri bonus proposti in esclusiva da Nicolaus anche per chi viaggia in auto o in aereo».

Parliamo di voucher e Bonus Vacanze.
«Applicheremo il Bonus Vacanze per prenotazioni dal 1° luglio, che i clienti potranno richiedere tramite l’app Io. Sarà un ulteriore facilitazione. Stiamo dando inoltre la possibilità di usufruire del voucher, che stiamo rendendo flessibile, come da indicazioni della Commissione europea. È cedibile e frazionabile».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Claudia Ceci
Claudia Ceci

Guarda altri articoli