Network virtuale VeraStore:
obiettivo 1.500 agenzie

Network virtuale VeraStore: <br>obiettivo 1.500 agenzie
02 Ottobre 07:00 2019 Stampa questo articolo

C’è il rilancio della rete VeraStore tra le novità della stagione invernale Veratour. Consapevole più che mai dell’importanza della rete distributiva, il tour operator conferma la sua alleanza con i principali network nazionali, ma punta anche a rinsaldare il rapporto con le agenzie VeraStore, arrivate a rappresentare il 60% dei volumi complessivi di fatturato.

«Un dato così importante – commenta Massimo Broccoli, direttore commerciale dell’operatore – ci ha portato a riflettere su quale sia il futuro di questo canale di vendita che potrebbe ambire a diventare un sistema distributivo integrato con l’azienda».

Quindi una sorta di network virtuale, un nuovo concept di agenzie VeraStore, da sviluppare gradualmente nel prossimo triennio con l’obiettivo di arrivare a 1.500 punti vendita. Incrementando di conseguenza anche l’incidenza sul fatturato di Verastore, che dovrebbe arrivare all’80%. Si prospetta, quindi, una maggiore sinergia tra produzione e distribuzione, verso un sistema che miri a gestire insieme i clienti e attrarne di nuovi nelle agenzie.

«Tra gli obiettivi puntiamo a aumentare il market share all’interno delle agenzie VeraStore, diventare un sistema di vendita nazionale, rendere le agenzie immediatamente riconoscibili da parte del cliente come Store Veratour, dove trova le persone più preparate e qualificate a proporre il prodotto Veratour, ma anche le promozioni più vantaggiose», sottolinea Broccoli.

Nel nuovo sistema confluirebbero poi anche le agenzie del Veralab, il progetto nato per quelle adv che vorrebbero diventare VeraStore, ma che non hanno ancora raggiunto i parametri per poterlo essere. L’iniziativa è rivolta a circa 400 agenzie, selezionate tra quelle che hanno svolto un ottimo lavoro nel 2019.

A queste agenzie verrà concesso un modello contrattuale che prevede la possibilità di ottenere immediatamente le condizioni VeraStore fino al 31 marzo 2020. Alla scadenza del periodo, se raggiungeranno i parametri richiesti, lo diventeranno a titolo definitivo, altrimenti rientreranno nel cluster di appartenenza originale.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Maria Grazia Casella
Maria Grazia Casella

Guarda altri articoli