Ncl rilancia Free at Sea in partnership con Albatravel

Ncl rilancia Free at Sea in partnership con Albatravel
10 aprile 15:14 2019 Stampa questo articolo

«Siamo una compagnia premium e freestyle». In casa Ncl si ribadiscono i fondamentali, e l’occasione è la tappa milanese del roadshow in collaborazione con Albatravel Whl. Sia la compagnia crocieristica che l’operatore rinsaldano la partnership e lo fanno giocando la carta dei vantaggi per le agenzie di viaggi.

GLI ASSET PER LE ADV. In casa Albatravel, Crocierepro.it – il portale dedicato alle crociere – conta su diciotto compagnie contrattualizzate, tra marittime e fluviali, tecnologia xml e un booking dedicato a Genova. E sono due gli asset su cui si richiama l’attenzione delle agenzie. Il primo è quello, attualissimo, della nuova direttiva europea entrata in vigore l’anno scorso: «Gestendo il pacchetto dinamico sul nostro portale i responsabili in qualità di organizzatori diventiamo noi. E poi ci sono le commissioni, che non arrivano solo dalla parte crocieristica ma anche dal volato – spiega il cruise manager Marco Depascale – Tra le compagnie di punta dell’offerta c’è Norwegian Cruise Line, che ha appena lanciato la sua nuova formula Free at Sea, con l’obiettivo di offrire agli ospiti più flessibilità e scelta».

«Abbiamo una tariffa base alla quale i clienti potranno aggiungere servizi secondo le proprie esigenze. Ogni pacchetto avrà il costo di 99 euro e conterrà due benefit, ad esempio bevande illimitate e Internet», aggiunge Francesco Paradisi, senior business development manager Italia, Francia, Malta, Cipro e Nord Africa.

NUOVE NAVI IN CANTIERE. Tra le ultime novità c’è l’app appena lanciata, che da giugno sarà anche in italiano e che permette il check in online, le boarding pass in formato elettronico e la prenotazione di servizi extra. albatravel Ncl crociereLa prossima tappa sarà Encore, la nave che verrà inaugurata il 31 ottobre, con la compagnia che poi si prenderà una “pausa”, ma solo per ripartire con una serie di nuove navi, in costruzione da Fincantieri: «Unità di stazza più piccola, 3mila ospiti al massimo, facenti parte del progetto chiamato Leonardo. Ne prevediamo una all’anno dal 2022 al 2027».

LE ALTERNATIVE HAWAII E ALASKA. «Il mercato italiano sta andando bene», fa sapere Paradisi. Sta dando dunque i suoi frutti la strategia scelta dalla compagnia da circa un paio d’anni per emergere in un mercato, come quello dello Stivale, fortemente competitivo ma soprattutto presidiato dai due big player (Costa e Msc, ndr): «Abbiamo deciso di lavorare molto sul lungo raggio e su prodotti alternativi, come le Hawaii e l’Alaska. Era la scelta più logica da fare per noi. Non è stato facile ma arrivano i risultati. Questi itinerari sono gettonati soprattutto per i viaggi di nozze, in combinazione con la California. Mentre il target famiglia che può affrontare questo prodotto si sta spostando dal Mediterraneo alle crociere in partenza da Miami», racconta il manager.

Ma si scommette anche sull’Europa, quest’anno con sei navi e itinerari di punta come quello di dieci notti da Civitavecchia verso il Mediterraneo orientale e le capitali baltiche in partenza da Copenaghen e pernottamento a San Pietroburgo.

CROCIERE AL +35% PER ALBATRAVEL. Un lavoro, quello di Ncl in Italia, che ha cercato e ottenuto il sostegno del resto del trade, in primis quello indispensabile di tour operator dinamici, «che costruiscono un prodotto a 360° e hanno capito come posizionarsi in questa offerta», sottolinea Paradisi. La partnership con Albatravel è uno di questi esempi.

«Le prossime tappe del roadshow saranno Firenze, il 18 aprile, e Pescara il 7 maggio – spiega Luca Riminucci, direttore vendite Albatravel – E sono proprio queste le attività messe in campo dall’operatore e che hanno permesso un balzo in avanti del business crocieristico: sul fronte agenzie, sul portale dedicato registriamo una media di 3mila utenti giornalieri. Nei primi tre mesi del 2019 abbiamo avuto un incremento delle vendite del 35% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. È un lavoro che portiamo avanti già da qualche anno, e su cui investiamo facendo comunicazione, eventi e partnership».

L'Autore

Mariangela Traficante
Mariangela Traficante

Guarda altri articoli