Ncl lancia Free at Sea e rafforza la partnership con Albatravel

21 marzo 12:52 2019 Stampa questo articolo

Innovativo il piano tariffario di Norwegian Cruise Line per la stagione 2019, che rafforza anche la partnership con Albatravel, operatore di riferimento per le vendite crociere in Italia.

Il cambiamento radicale del pricing, in vigore dal 2 aprile, è al centro dell’offensiva operativa di Ncl, come spiega Francesco Paradisi, senior business development manager per Italia, Francia, Malta, Cipro e Nord Africa della compagnia di crociere: «Abbiamo ascoltato i suggerimenti delle adv e dei clienti, abbandonando la formula Premium all inclusive che veniva percepita come un’imposizione di servizi ai quali certi clienti nemmeno accedono, per proporre Free at Sea, un piano tariffario che, accanto al prezzo base, prevede la possibilità di pagare un supplemento di 99 euro attraverso il quale offriamo la scelta di due su quattro opzioni di benefit, che vanno dal pacchetto connessione wifi al credito di 50 euro per le escursioni e la sola tassa “friends and sail”, dal pacchetto ristoranti di specialità alle bevande di marca».

«Per chi sceglie di soggiornare in categorie superiori, tra cui le cabine concierge, le suite e quelle del complesso The Haven, i benefit sono tutti inclusi – aggiunge Paradisi – Con tale operazione contiamo di presidiare al meglio un mercato chiave come quello italiano dove possiamo dire di essere la prima compagnia crocieristica del segmento 4 stelle. Sul fatto che i nostri prodotti sono cari, posso ammettere che le nostre tariffe non sono e non saranno mai low cost, perché abbiamo servizi di un certo livello di qualità. E comunque se si considera che il costo giornaliero di una nostra crociera si aggira sui 120-130 euro, non si può certo dire che sia troppo costosa. Da qui trae origine anche la nostra nuova strategia sul pricing».

Ncl investe in modo significativo sul mercato italiano dove sarà presente con quattro navi con imbarchi da Civitavecchia: con l’ormai collaudato claim “Feel Free” (Sentitevi liberi), la compagnia mira a consolidare le vendite, anche grazie alla partnership con Albatravel che, come evidenzia il direttore vendite Luca Riminucci, «Sta dedicando ampio spazio alle offerte Ncl nel suo portale e sarà al fianco della compagnia in un roadshow per le agenzie di viaggi che dai primi di aprile toccherà piazze importanti come Torino, Genova, Milano, Firenze e Pescara».

La promozione di questa partnership proseguirà con la presenza alla Bmt di Napoli, «con un focus su altre 50 adv selezionate e con il supporto alle top partner che riguarderà vetrofanie e totem, creando così dei veri e propri corner per le crociere – aggiunge Riminucci – Un investimento operativo che trae origine dal buon andamento delle vendite nel 2018 e dall’ottimo avvio del 2019, con un primo trimestre che si sta chiudendo con un +15% in fatturato e prenotazioni. Con 18 compagnie crocieristiche presenti nel nostro portale e con le vendite di riferimento per Ncl vogliamo proporci sul mercato agenziale come interlocutori affidabili, grazie anche a un’assistenza personalizzata per quelle adv che vorranno pacchettizzare le crociere con voli di linea e low cost. Abbiamo un booking dedicato a Genova dove offriamo consulenza e quotazioni per gruppi». Offensiva promozionale sul territorio che, tra roadshow e borse B2B, coinvolgerà oltre 250 adv, con l’obiettivo di lavorare con almeno mille agenzie di viaggi italiane.

Parte così la stagione crocieristica 2019 di Ncl, che vanta una flotta di 16 navi alle quali si aggiungerà a ottobre la 17ª nave, con itinerari che vanno dall’Alaska alle Hawaii (unica compagnia crocieristica a proporle), dal Mediterraneo al Mar Baltico, dal sud America ai Caraibi. «Sappiamo di dover competere su una piazza dominata da due colossi che detengono quasi il 90% del traffico – dice Paradisi – Ma siamo convinti di poter acquisire maggiori quote di mercato con un prodotto internazionale adatto per clienti internazionali di medio alta gamma. Una precisazione che va fatta, anche se su ogni nostra nave è presente personale parlante italiano».

Gli investimenti di Norwegian Cruise Line sulla flotta, poi, riprenderanno fra qualche anno con un Piano 2022-2027 che già contempla la commessa a Fincantieri di altre nuove navi con minor stazza per personalizzare ancor di più il prodotto a bordo, già oggi contraddistinto da un ricco programma di intrattenimento internazionale, con spettacoli di Broadway, attività sportive di grande appeal come le piste di go kart sui roof, climbing wall e altre numerose attrattive per il pubblico giovanile.

L'Autore

Andrea Lovelock
Andrea Lovelock

Guarda altri articoli