Navitaire traina il primo semestre di Amadeus

Navitaire traina il primo semestre di Amadeus
01 Agosto 07:00 2017 Stampa questo articolo

Si chiude con il segno più il primo semestre del 2017 di Amadeus. Nei primi sei mesi dell’anno, la multinazionale spagnola ha infatti riportato una forte crescita in tutte le aree di business, a cui si è aggiunto – si legge in una nota della società – l’effetto del consolidamento della società del Gruppo Navitaire.

In termini numerici, l’utile rettificato è stato di 574 milioni di euro per il primo semestre del 2017 con un incremento del 16,1% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Da gennaio a giugno poi, i ricavi sono cresciuti del 9,5% pari a 2.490,7 milioni di euro, mentre l’ebitda è cresciuto del 10,1% pari a 998,9 milioni di euro.

«Il nostro segmento Distribution continua a crescere più velocemente rispetto al mercato e questo ci ha permesso di migliorare la nostra posizione competitiva. In ambito It Solutions abbiamo avuto importanti migrazioni che hanno contribuito a renderci ancora di più un player internazionale. Nella prima metà dell’anno, il 56,8% dei nostri passeggeri imbarcati provengono da mercati al di fuori dell’Europa», ha detto commentando i risultati Luis Maroto, presidente e ceo di Amadeus.

In particolare, nel segmento Distribution, le prenotazioni totali delle agenzie sono cresciute a 295,2 milioni, con una crescita del 5,7%. Nel segmento It Solutions, invece, i passeggeri imbarcati (ovvero, il numero effettivo di passeggeri imbarcati su voli operati da compagnie che utilizzano almeno i moduli Amadeus Altéa Reservation e Inventory o la soluzione New Skies di Navitaire) sono aumentati del 19,8%, attestandosi a 753,4 milioni di euro.

«Nel corso dei primi sei mesi del 2017 abbiamo firmato 21 contratti con vettori (nuovi clienti o rinnovi); è ulteriormente cresciuto il numero di compagnie low cost o ibride disponibili nei nostri sistemi di prenotazione mentre sono 130 gli accordi in essere per la distribuzione e vendita di servizi ancillari», ha aggiunto Francesca Benati, ad e dg di Amadeus Italia. «Anche le nuove soluzioni lanciate per le corporation, in grado di rispondere alle esigenze di aziende strutturate e presenti in un elevato numero di mercato – conclude – ci hanno permesso di stringere nuove importanti partnership e di conseguenza di registrare risultati positivi in termini di utili».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore