Musei, parchi ed eventi: viaggio in Campania con “artecard”

Musei, parchi ed eventi: viaggio in Campania con “artecard”
10 giugno 07:00 2019 Stampa questo articolo

Nello Spazio Campania di Piazza Fontana, inaugurato a Milano lo scorso febbraio, Scabec, la Società campana beni culturali, ha presentato la ricca offerta del patrimonio artistico che il territorio offre ai turisti.

In evidenza c’è la campania>artecard, il pass turistico per visitare 80 luoghi presenti a Napoli e nella regione, dai principali musei (tra cui il Museo Archeologico Nazionale, il Museo Madre, il Museo di Capodimonte, la Reggia di Caserta) agli scavi archeologici di Pompei, Ercolano e Paestum, ai parchi naturali (come il Gran Cono del Vesuvio).

A seconda del pass scelto, con validità 3, 7 o 365 giorni (da un minimo di 21 euro al massimo di 43), si potrà visitare gratuitamente fino a cinque principali siti culturali e risparmiare fino al 50% sugli ingressi successivi. La campania>artecard, poi, consente di saltare le file nelle visite, di viaggiare con il biglietto integrato del trasporto pubblico locale in un itinerario personalizzato.

«Questa carta, ora di plastica ma dal 1° luglio anche in versione app, consente di abbinare un grande attrattore con qualcosa di più piccolo” – spiega Giuseppe Ariano, direttore marketing di Scabec – Ad esempio Pompei agganciata a programmi green nei monti della costiera amalfitana, oppure spostandosi dal Vesuvio all’arte contemporanea di Benevento. O a Positano, visitando una villa romana scoperta nel ’70, con affreschi intatti persino migliori di Pompei».

La carta, con vendite raddoppiate nel 2018, permette anche di accedere a eventi esclusivi di enogastronomia, trekking in città, anteprime delle mostre più importanti in Campania. O aperture straordinarie: come nel programma di Campania by Night, con percorsi notturni dei siti archeologici, o di Estate da Re, con fruizione serale del Teatro San Carlo e del Verdi di Salerno, per visite guidate o itinerari in audioguida, affiancati a performance artistiche internazionali di danza, teatro e musica.

«È il caso dell’Universiade di Napoli, le olimpiadi delle università di 128 Paesi, in programma dal 3 al 14 luglio – continua Ariano – Con gli atleti alloggiati in porto sulle navi da crociera Msc e Costa, a Salerno e a Caserta, per dare un segnale di vicinanza del patrimonio regionale».

Tra gli addetti ai lavori della filiera turistica, presenti all’incontro milanese, anche Angelo Pittro, direttore Lonely Planet Italia: «Alla nostra guida, che racconta i luoghi in modo semplice, come farebbe un amico ne affiancheremo presto una nuova, che parli di tutta la Campania, con le località meno conosciute».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Adriana De Santis
Adriana De Santis

Guarda altri articoli