Msc e il trampolino dell’advanced booking

Msc e il trampolino dell’advanced booking
09 ottobre 07:00 2017 Stampa questo articolo

La corazzata di Msc Crociere si lascia alle spalle un’estate che, nonostante le emergenze dell’ultimo periodo sul versante Caraibi, ha registrato una crescita a due cifre. Nel frattempo, si riducono le prenotazioni sottodata e il country manager Leonardo Massa guarda con il sorriso alla stagione che verrà. Un sorriso che da sempre lo contraddistingue.

L’anno è in dirittura di arrivo. Come si profila la prossima stagione?
«Per Msc il 2017 si è rivelato molto positivo, sia per i volumi, sia per la crescita del prezzo medio. Siamo molto contenti della risposta del mercato italiano che ha apprezzato l’aumento delle nostre proposte. Nel complesso, rispetto allo scorso anno, abbiamo registrato un incremento del 10% in termini di passeggeri e redditività. Guardando al futuro, i dati dell’advanced booking sono molto positivi sia sull’inverno che sull’estate 2018. Che dire, siamo molto ottimisti per una grande crescita».

Come avete gestito il problema degli uragani nell’area caraibica?
«Si è trattato di una situazione molto complessa. Abbiamo lavorato in stretto contatto con le istituzioni, i governi e le altre autorità delle aree colpite, per una valutazione sulle destinazioni esistenti e quelle da introdurre. Contatti che continueranno per monitorare e valutare la disponibilità delle diverse località.  Al momento (l’intervista è stata realizzata a fine settembre, ndr) non sono accessibili Philipsburg a St. Maarten, Road Town alle Isole Vergini Britanniche e Roseau a Dominica. Msc conferma il proprio impegno sui Caraibi con Divina, Fantasia e presto Seaside, che effettueranno itinerari aggiornati   con destinazioni alternative. Rimangono, invece, invariati gli itinerari di Msc Opera e Msc Armonia in partenza da L’Avana, a Cuba».

E intanto la flotta continua a crescere…
«A giugno ha debuttato Msc Meraviglia, costruita nei cantieri Stx di St. Nazaire con crociere 7 notti nel Mediterraneo. A marzo 2019 sarà la volta dalla gemella Bellissima. A fine novembre, poi, entrerà in servizio Seaside, in costruzione nei cantieri Fincantieri di Monfalcone, a cui a giugno 2018 si aggiungerà la gemella Seaview».

Lo schieramento per la stagione invernale?
«Massiccio come sempre. Avremo due navi che partiranno da Cuba, Msc Armonia e Opera ; due da Miami, Msc Divina e Seaside; e in più Msc Orchestra dalle Antille. Senza dimenticare Splendida per itinerari di 7 e di 14 notti negli Emirati e gli itinerari di 7 notti nel Mediterraneo Occidentale con Meraviglia».

La parola d’ordine è sempre tecnologia.
«Senza dubbio. È stato molto apprezzato il nuovo programma Msc for Me, che ha debuttato su Meraviglia. Un innovativo programma digitale, per la prima volta a bordo di una nave da crociera, che servendosi delle più moderne tecnologie di mercato, aiuta l’ospite a  orientarsi sulla nave e a godere al meglio dei servizi offerti, anche grazie ai braccialetti interattivi. C’è, poi, la funzione concierge per conoscere e prenotare i servizi di bordo: dai ristoranti alle escursioni, fino all’intrattenimento».

Sul fronte intrattenimento?
«Ci sono gli esclusivi spettacoli del Cirque du Soleil, proposti 6 sere a settimana sulla nuova Meraviglia, nel Carousel Lounge, uno spazio adibito anche a sala per cocktail e cene. Ora su Meraviglia sono disponibili due spettacoli: Viaggio, la storia di un pittore che vuole ritrarre un musa senza volto, e Sonor con ballerini, acrobati e proiezioni».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Dorina Landi
Dorina Landi

Guarda altri articoli