Msc presenta Virtuosa. E scatta l’ordine da 900 milioni

Msc presenta Virtuosa. E scatta l’ordine da 900 milioni
15 giugno 10:33 2018 Stampa questo articolo

Doveva essere un triplete, ma alla fine è un poker, quello di Msc Crociere nei cantieri di Saint Nazaire, dove il ministro francese dell’Economia, Bruno Le Maire, rassicura sull’accordo Stx-Fincantieri. Nella stessa giornata la compagnia di Aponte concentra tre cerimonie e l’annuncio di una nuova nave: la quinta di classe Meraviglia, che costerà 900 milioni di euro e sarà consegnata nel 2023.

È giovedi, ovvero il giorno in cui in Russia iniziano i mondiali Fifa. E Pierfrancesco Vago, presidente esecutivo di Msc, si lascia andare a una metafora calcistica nei cantieri di Francia: «Oggi facciamo triplete con tre cerimonie», pari ad altrettante navi oggi in costruzione nei cantieri Stx che tornano a chiamarsi Chantiers de l’Atlantique.

Così, caschetti in testa, sono celebrati tre “riti”. Al mattino il first steel cut, ovvero il taglio della prima lamiera che tradizione marinara impone, della quarta nave della classe Meraviglia, che si chiamerà Msc Virtuosa, più lunga di 16 metri della precedente (Grandiosa), e che sarà pronta nel 2020.
Nel primo pomeriggio, è la volta della coin ceremony di Msc Grandiosa, simbolo di benedizione e augurio di buona fortuna per l’imbarcazione che sarà pronta entro fine 2019 e per cui sono state già aperte le vendite a marzo 2018.
Terzo momento istituzionale, il float out (ovvero la prima messa in acqua) di Msc Bellissima, preceduto dal tour della nave in fase di rifinitura, che sarà consegnata a marzo 2019.

Ma la vera notizia riguarda la nuova nave ordinata, che porterà a 11,5 miliardi complessivi gli investimenti di Msc previsti nel Piano industriale, con 13 new entry (dovevano essere dodici) e la flotta che salirà a 25 unità entro il 2026. Sarà la quinta unità “green”, equipaggiata con motori di nuova generazione, a doppia alimentazione, progettati per funzionare a gas naturale liquefatto (Lng), e dotata di innovative tecnologie ambientali, in particolare di un avanzato sistema di trattamento delle acque reflue conforme agli standard normativi più severi del mondo, incluse le disposizioni contenute nella risoluzione Mepc 227 per il Mar Baltico.

«Con l’annuncio di un’altra nave nel nostro piano di investimenti decennale vogliamo sottolineare il nostro impegno per una crescita sostenibile di Msc Crociere – ha detto Vago – La nuova imbarcazione si aggiunge ad altre quattro navi World Class, anch’esse alimentate a Lng, a sottolineare il nostro impegno per la tutela dell’ambiente grazie all’utilizzo di tecnologie e soluzioni di ultima generazione sull’intera flotta Msc».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Claudia Ceci
Claudia Ceci

Guarda altri articoli