Modello blockchain per Visit Piemonte: benefit al turista in cambio dei dati

by Mariangela Traficante | 20 Aprile 2021 10:47

Il Piemonte punta sulla blockchain per affinare il marketing, profilare i turisti e lanciare uno strumento di relazione diretta tra operatori e potenziali visitatori. Nasce da Visit Piemonte insieme ai ricercatori dell’Università degli studi di Torino il progetto sperimentale di uno strumento a filiera corta che crei engagement: gli operatori del territorio potranno generare sconti, offerte e promozioni accessibili ai turisti in cambio di una registrazione da parte di questi ultimi.

Spiega Mariagrazia Pellerino, amministratore unico di VisitPiemonte: «L’implementazione di questa tecnologia – sviluppata dal Dipartimento di Informatica dell’Università di Torino – all’interno del portale www.visitpiemonte.com, consentirà agli utenti di ottenere offerte e benefit dagli operatori turistici del territorio con una registrazione. Questo a noi darà modo di costituire un database di utenza profilata che rappresenterà la base per successive analisi e articolazione di proposte personalizzate».

COUPON DEDICATI. Tipicamente associata al concetto di criptomoneta per transazioni economiche, la blockchain nel progetto di VisitPiemonte viene invece associata allo scambio di sconti e coupon. «Oltre a consentire una profilazione del visitatore, le nuove funzioni di borsellino virtuale basato sulla blockchain ci permetteranno di completare il percorso di promozione territoriale. L’idea di base è stata completare l’esperienza di navigazione sul nostro portale turistico, invogliando i potenziali turisti a fornirci alcuni elementi qualitativi – utili per meglio comprendere aspettative e motivazioni del viaggio – in cambio di vantaggi concreti quali sconti o esperienze dedicate, offerte dagli operatori del settore turistico e agroalimentare piemontese», spiega il direttore di VisitPiemonte, Luisa Piazza.

Il vantaggio, spiegano, è triplice: la regione avrà accesso a dati qualitativi sul target, elementi che spesso sfuggono alla natura quantitativa dei big data; i potenziali ospiti potranno godere di sconti ed esperienze, e infine gli operatori potranno entrare in contatto diretto con loro aprendo un nuovo canale di promozione e fidelizzazione.

PIEMONTESCAPE IN ARRIVO. Al momento la sperimentazione si concentra sull’outdoor con Piemontescape, piattaforma che confluirà nel portale Visitpiemonte.com. «Piemontescape è l’evoluzione di Piemontebike – spiega Luisa Piazza – un portale verticale su percorsi outdoor dalla natura alla cultura all’enogastronomia». Accedendo l’utente potrà consultare gli itinerari e le esperienze disponibili, scegliere le strutture e i servizi proposti e selezionare le offerte in corso, quelle generate appunto dalla blockchain, da cui acquisire il coupon in cambio della compilazione di una serie di dati.

WORKING HOLIDAY NUOVO TARGET. Attualmente sono una ventina di realtà partecipanti, ma l’obiettivo è aprire una call pubblica per allargare la platea di operatori, ed essere pronti a partire a inizio 2022.

Anche perché, come anticipato da Mariagrazia Perrerino, «Stiamo lavorando anche un progetto per promuovere il Piemonte come destinazione di holiday working e sicuramente lo strumento della blockchain ben si sposerà con questa tipologia di proposta e target».

Source URL: https://www.lagenziadiviaggi.it/modello-blockchain-per-visit-piemonte-benefit-al-turista-in-cambio-dei-dati/