Moby, il giudice si riserva di decidere sul fallimento

Moby, il giudice si riserva di decidere sul fallimento
04 ottobre 12:33 2019 Stampa questo articolo

Si è svolta giovedì 3 ottobre la prima udienza presso il Tribunale di Milano per esaminare l’istanza di fallimento contro il gruppo Moby presentata da alcuni hedge fund che hanno acquistato buona parte del bond da 300 milioni nei mesi scorsi.

Il presidente del Tribunale fallimentare Alida Paluchowski – dopo aver esaminato i documenti presentati e discussi dalle parti – si è riservata di decidere. Le ipotesi sono tre: potrebbe rigettare l’istanza di fallimento, accoglierla o nominare un commissario.

La richiesta nasce dalla tesi, paventata dai fondi di investimento, della possibile insolvenza futura della società che nel 2020 sarà chiamata a pagare la cedola sui bond. Gli hedge fund ritengono che la società della famiglia Onorato non abbia gestito in modo corretto l’azienda mettendone a rischio il patrimonio a garanzia. Finora però il gruppo Moby è in regola con le scadenze e non risulta dunque insolvente.

 

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore