Micro polizze e assistenza:
come si evolve l’assicurazione

by Giulia Di Camillo | 17 Giugno 2020 7:00

Il turismo italiano riparte sulla spinta dei movimenti domestici. E il mercato delle assicurazioni non può fare altro che seguire la tendenza e completare l’iter di rinnovamento delle proprie soluzioni che – e questo vale per tutti – vedono oggi nella parola Covid uno dei fattori determinanti della validità o meno di un prodotto assicurativo.

Un trend in via di sviluppo, anche per via delle esigenze dovute all’emergenza sanitaria da coronavirus, è quello delle micro polizze, fenomeno venuto fuori già da qualche anno e che oggi sembra essere pronto a svolgere il suo esame di maturità. La conferma arriva da Ergo Assicurazioni, tra l’altro forte del confronto con gli altri Paesi essendo una compagnia internazionale. «Qui in Italia abbiamo tutto: mare, montagna e città d’arte – commenta il direttore commerciale, Daniela Panetta – Nella fase in cui siamo questo aiuta molto. Guardando al nostro portafoglio, fatto di diverse strutture e realtà ricettive, riscontriamo un discreto movimento, nonostante sul fronte del trasporto aereo ci sia più incertezza. Consapevoli del ruolo importante che avrà il turismo di prossimità stiamo sviluppando delle opzioni di breve durata, che appunto possano valere anche solo due ore, così come per mezza giornata o un weekend. Questa polizza micro sarà adatta, quando si ripartirà, per concerti, teatro o eventi in generale, o anche per esperienze di sport oppure visite guidate ai musei».

In parallelo con l’assistenza ad agenzie e tour operator partner con interventi come lo sconto sulla Rc Professionale – che permette di avere un mese in omaggio sui 12 assicurati – «il team Ergo sa benissimo come sia impensabile che il consumatore possa accettare di sottoscrivere un prodotto assicurativo a tutela del costo di un viaggio o di un servizio turistico che non contenga in qualche misura la garanzia di coperture Covid19 – prosegue Panetta – Per questo stiamo predisponendo, in coordinamento con la sede centrale di Monaco, una serie di garanzie mirate a soddisfare le legittime aspettative dei clienti».

CLICCA QUI E LEGGI LO SFOGLIABILE ONLINE DEL GIORNALE CARTACEO DEL 17 GIUGNO[1]

Polizze Covid in tutte le salse anche per I4T, che però parte in una condizione di vantaggio avendo in portfolio già la garanzia per epidemia o pandemia. «Oggi più che mai è importante agire tempestivamente, per offrire soluzioni concrete e affidabili alle sempre mutevoli esigenze dei consumatori – afferma Christian Garrone, responsabile intermediazione assicurativa di I4T – Siamo stati tra i primi, già a febbraio, a includere una copertura assicurativa specifica contro i disagi subiti dagli assicurati in caso di quarantena e proponiamo ormai da molto tempo prodotti che non escludono i rischi derivanti da epidemie e pandemie, proponendo in questo momento anche l’opzione che prevede, nel caso della quarantena in viaggio ad esempio, la copertura delle spese extra sostenute per il prolungamento forzato del soggiorno o per la perdita di titoli di viaggio già acquistati per effettuare il rientro in patria», tenendo ben presente l’imprescindibilità di un sostegno concreto alle adv.

«Stiamo proponendo delle agevolazioni specifiche sul pagamento della polizza insolvenza, che è obbligatoria per legge – racconta Garrone – Nel concreto, coscienti del momento che agenti e operatori stanno vivendo dal punto di vista dei flussi di cassa, e quindi della liquidità, serviamo un tipo di prodotto che a differenza di quanto fatto fino ad ora ha una durata temporale limitata, di tre o quattro mesi. Così permettiamo ai partner di essere in regola ma, allo stesso tempo, di tenere sotto controllo il cash flow aziendale, che è appunto sotto stress».

Tornando alla fisionomia della polizza ai tempi del virus, la soluzione che si presenta perfetta possiede tra i suoi pregi una garanzia di annullamento molto più flessibile del solito. Per Christian Garrone, infatti, «forse l’avversario più ostico da sconfiggere è la paura». Ma lo sa bene anche il portale B2B Webins da cui, in virtù delle collaborazioni stipulate con le compagnie assicurative, agenzie e t.o. possono attingere varie alternative. Il broker a marzo aveva giocato d’anticipo lanciando In viaggio con te, per garantire le spese nell’eventualità di acquisto di nuovi biglietti aerei, il rimborso delle penali dei servizi a terra non usufruiti e ulteriori costi sostenuti a seguito di un fermo sanitario. Fino alla novità Charter Nautico, dedicata al noleggio imbarcazioni che quest’estate dovrebbe andare tantissimo.

Ora, però, bisogna continuare ad alzare l’asticella. La parola d’ordine è sì sicurezza, ma accanto a lei si prende la scena la tranquillità. «Il Covid ha preso tutti alla sprovvista – afferma Marcello Alesse, ceo di B&T Insurance Service e owner della piattaforma Webins – Non c’è stata scelta per nessuno: bisogna aggiornare tutto. Facendo leva, ma per questo stiamo ancora studiando lo scenario e gli aspetti tecnici per posizionarci bene nella testa del consumer, sul confezionamento di un prodotto che, durante la prenotazione di un soggiorno, possa consentire di azzerare, o quasi, ogni timore. Mi riferisco all’annullamento senza giustificativo, ricavando flessibilità anche sui tempi di cancellazione». Una sfida da vincere, e che Webins vuole giocare anche con la sua mascotte, il SuperWebins, che trasmette forza ed energia, tornando a viaggiare con serenità, il prima possibile.

Endnotes:
  1. CLICCA QUI E LEGGI LO SFOGLIABILE ONLINE DEL GIORNALE CARTACEO DEL 17 GIUGNO: https://ita.calameo.com/read/000282683149fa4bd42a8?authid=B4XqTJBTT8Ka&fbclid=IwAR00f-IIGOqHVo0RfjAV5tXfldWhAvxy5MhbpGlxO-9vG9xT8iDHHX8A46s

Source URL: https://www.lagenziadiviaggi.it/micro-polizze-e-assistenza-come-si-evolve-lassicurazione/