Direttiva Ue, esperti al lavoro: arriva il testo

Direttiva Ue, esperti al lavoro: arriva il testo
14 Dicembre 09:00 2017 Stampa questo articolo

Nulla da temere, l’industria a quanto pare non dovrà aspettare l’anno nuovo per visionare la nuova direttiva Ue 2015/2302 sui pacchetti turistici e servizi collegati. A pochi giorni dalla lettera con cui Fiavet, Assoviaggi e Federturismo Travel chiedevano al governo italiano una data precisa per l’accoglimento della normativa, nel rispetto del termine fissato al 31 dicembre 2017, arriva la conferma dal Mibact che un gruppo di “saggi” (giuristi ed esperti in materie giuridiche)  sta elaborando il testo in italiano della direttiva, che verrà reso noto sicuramente entro Natale.

La lettera delle associazioni di categoria recapitata all’esecutivo il 4 dicembre scorso conteneva, non solo l’auspicio dichiarato di accelerare la procedura di conformità che deve rispettare la data del 1° gennaio 2018, per poi procedere alla abolizione definitiva della precedente direttiva prevista il 1° luglio 2018, ma anche di chiarire tutti i passaggi-chiave del testo Ue, primo fra tutti quello sulla controversa figura del trader turistico.

Quando, lo scorso ottobre, le associazioni avevano fatto fronte comune come interlocutori al Mibact, il presidente Fiavet Jacopo De Ria aveva dichiarato: «Abbiamo già portato l’attenzione del ministero sulla necessità di evitare estensioni e interpretazioni della normativa comunitaria che legittimino fenomeni e soggetti ibridi, privi di dovute garanzie e requisiti, in concorrenza sleale con gli agenti di viaggi. Bisognerà, poi, riconoscere – aveva aggiunto – la responsabilità dell’esecuzione dei servizi turistici previsti in un pacchetto al solo organizzatore, evitando così duplicazioni di responsabilità a carico anche dell’intermediario e conseguente ampliamento del contenzioso».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Andrea Lovelock
Andrea Lovelock

Guarda altri articoli