Mete sicure, King Holidays spinge su Malta

Mete sicure, King Holidays spinge su Malta
15 giugno 16:06 2017 Stampa questo articolo

Un bagno con i delfini? Si può. Jeep Safari? Certo che sì. Barca a vela? Of course. È l’altra Malta, l’isola delle esperienze, quella su cui scommette King Holidays, facendo ruotare la programmazione intorno a tre perni: diversificazione, assistenza e allotment. Quei vuoti per pieno, concordati con largo anticipo, che gli hanno consentito di offrire tariffe addirittura più basse del 2016.

Ed è Malta il focus della serata organizzata dal t.o. alla Limonia di Villa Torlonia, a Roma, per una cinquantina di agenti di viaggi con il direttore dell’ente Claude Zammit Trevisan e il suo braccio destro Maya Francione, responsabile marketing, che hanno anticipato il lancio a Ttg del nuovo sito trade Destinazione-malta.it, con pillole video che li vedranno protagonisti in prima persona.

Portavoce di King è sempre lei, la product manager Barbara Cipolloni, da 13 anni in questa azienda che proprio nel 2017 ne compie venticinque. Ed è con lei che tocchiamo uno dei temi-chiave della stagione: la sicurezza. Questione che investe le capitali europee, il Nordafrica, la stessa Italia, ma non riguarda Malta: «È la meta sicura per eccellenza. Un microcosmo pacifico, dai ritmi lenti, dove non vedi brutture e non hai la sensazione di insicurezza», racconta la pm che sull’isola ci va almeno due volte l’anno «perché lì sto così bene».

Tutto il prodotto Malta di King Holidays, destinazione su cui il t.o. è attivo sin dalla sua nascita, è racchiuso nel monografico di 36 pagine valido fino a ottobre. Al suo interno tour guidati, lezioni di inglese al sole, vacanze avventurose, weekend e semplici soggiorni, offerte per le famiglie. E tutte le informazioni sulle partenze speciali dall’Italia. Collegamenti che quest’anno sono stati potenziati per un totale di sei voli da Roma con Alitalia, sei da Napoli con Aliblue, quattro da Milano con Air Malta. «Un investimento importante che ci permette di offrire il vantaggio dei prezzi bloccati, e quindi pacchetti più semplici da quotare e da vendere in alta stagione», precisa Cipolloni.

E proprio il pricing, insieme alla questione sicurezza, è il vero tema di questa stagione: «Inutile prenderci in giro, la differenza la fa la tariffa, a cui bisogna combinare la migliore qualità possibile». Ed è questo l’escamotage grazie al quale, in anni di grande crisi della fascia media, Cipolloni & company sono riusciti a tenersi stretti clienti e agenzie: «Se riesci a offrire un prodotto appetibile non perdi quote. Del resto gli italiani continuano ad avere una grande voglia di viaggiare».

Le vendite dell’estate di King Holidays registrano una crescita del 10%, sia su Malta, che su Portogallo e Spagna, «dove non è affatto vero che le tariffe sono aumentate». Bene anche il lungo raggio con le novità su Oriente e Oceano Indiano, «che in questo periodo ha prezzi super convenienti».
Ultima domanda: siete stati tentati dalle crociere? «Certo che sì. E abbiamo stretto accordi con Msc e Royal Caribbbean. Se qualcuno le richiede, siamo in grado di offrirle».

L'Autore

Roberta Rianna
Roberta Rianna

Direttore responsabile

Guarda altri articoli