Mediterraneo, in arrivo nuovi pacchetti ispirati alla Rotta dei Fenici

Mediterraneo, in arrivo nuovi pacchetti ispirati alla Rotta dei Fenici
25 ottobre 11:03 2019 Stampa questo articolo

Nuove programmazioni e pacchetti turistici per il Mediterraneo ispirati alla Rotta dei Fenici: è quanto si sono impegnati a realizzare i delegati di 10 Paesi mediterranei, sottoscrivendo la Dichiarazione di Bari al termine di un summit in occasione del XII Dialogo Euromediterraneo al centro congressi della Fiera del Levante.

Si tratta della rivalutazione delle antiche rotte, cariche di origini e radici e valorizzazione del patrimonio culturale, che può dunque diventare punta di diamante di un’offerta di turismo culturale che non vuole limitarsi a un attraversamento dei territori visitati per vedere monumenti e vestigia del passato, ma vuole confronto e dialogo tra visitatori e residenti.

Per l’assessore all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia, Loredana Capone, «il turismo culturale sa di economia, di progetto di vita, di emozioni. La Puglia è per vocazione una terra di incontro e di scambio culturale, per la sua storia, per la sua posizione geografica, per il suo ruolo di cerniera tra Oriente e Occidente del Mediterraneo. Terra di cammini e di pellegrinaggio, proprio in questi giorni ha ottenuto il riconoscimento del tratto della via francigena che da Canterbury arrivava fino a Roma verso Gerusalemme e che oggi viene riconosciuta anche nel percorso da Roma a Santa Maria di Leuca».

«Nell’intenso impegno della Regione e degli operatori turistici nello sviluppare un turismo sempre più internazionale destagionalizzato, ovviamente la Puglia deve competere con altre destinazioni, e soprattutto con altre regioni del Mediterraneo. Una competizione comunque sana che ci spinge a migliorare la qualità della nostra accoglienza e dell’offerta», conclude Capone.

I 10 Paesi coinvolti, oltre all’Italia con la Puglia, vanno dal Libano al Portogallo e fino a Malta, e già nelle prossime settimane stileranno un programma da proporre a operatori privati e pubblici nel segno di una nuova strategia per il rilancio turistico dell’intera area mediterranea.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore