Mauritius in crescita: +8,7% di italiani nel primo bimestre

18 aprile 12:00 2017 Stampa questo articolo

Piace sempre di più Mauritius agli italiani. Confermato anche nel 2016 come quinto mercato a livello europeo dopo Francia, Uk, Germania e Svizzera (e nono nel mondo), l’Italia ha iniziato con il piede giusto anche i primi due mesi del nuovo anno.

«A seguito del successo registrato nel 2016, con un +7,4% degli arrivi a fine anno, i dati di inizio 2017 riconfermano la crescita – dice Roselyne Hauchler, tourism promotion officer per il mercato italiano di Mauritius Tourism Promotion Authority – registrando +8,7% nei mesi di gennaio e febbraio rispetto allo stesso periodo nel 2016, per un totale di 6.771 visitatori provenienti dal vostro Paese».

Tra i motivi del successo della destinazione, il dialogo con gli operatori e la qualità del prodotto turistico, con un’offerta ricettiva ampia e di standard elevato. «Nel 2016 – continua la manager – Mauritius ha totalizzato 1.275.227 arrivi internazionali, registrando per il secondo anno consecutivo una crescita a doppia cifra: +10,8% rispetto al 2015. L’Europa resta il più grande bacino con uno share del 55%, seguito da Africa (25%) e Asia (17%)., ed ha fatto registrare un incremento di arrivi nel 2016 pari al 16,3%».

Per quanto riguarda i target, si punta su viaggi di nozze, famiglie e appassionati della natura. «Mauritius è una destinazione sicura da tutti i punti di vista», ci tiene a precisare la rappresentante dell’ente, «dove la tolleranza religiosa e il multiculturalismo sono presenti nel dna della popolazione».

Infine, in programma dal mese di aprile, Mauritius Tourism Promotion Authority realizzerà una campagna online e outdoor in collaborazione con eDreams, che prevede banner pubblicitari e un microsito completamente dedicato all’isola, nel quale saranno disponibili informazioni, consigli di viaggio e offerte speciali, oltre a un video della destinazione. La campagna prevede anche visibilità outdoor nella città di Milano, dove un jumbo tram personalizzato circolerà nelle vie cittadine per tutto il mese.

L'Autore

Giorgio Maggi
Giorgio Maggi

Guarda altri articoli