L’Italia di Leonardo, la festa continua

L’Italia di Leonardo, la festa continua
17 settembre 07:00 2019 Stampa questo articolo

L’anno di celebrazione del 500esimo anniversario della morte di Leonardo da Vinci sta volgendo al termine e per completare il ricco calendario, si aggiunge anche il cinema. Infatti, il 26 settembre arriva nelle sale il film Io, Leonardo, prodotto da Sky in collaborazione con Progetto Immagine e distribuito da Lucky Red. Un racconto alla scoperta dell’uomo, dell’artista, dello scienziato e dell’inventore, che accompagnerà lo spettatore in un’esperienza inedita e coinvolgente nella mente di Leonardo da Vinci, con uno sguardo nuovo e molto lontano dagli stereotipi.   

Fulcro delle celebrazioni è senza dubbio Milano, città in cui Leonardo ha trascorso i suoi anni più fecondi e dove ha visto la luce il Cenacolo, capolavoro universalmente noto. Fino al 12 gennaio 2020, la Sala delle Asse del Castello Sforzesco, eccezionalmente riaperta al pubblico dopo sei anni di studi e restauri, si inserisce nel palinsesto Milano e Leonardo 500, un programma espositivo che accompagna alla scoperta dei legami storici della Lombardia con l’artista e la corte degli Sforza.

Il Museo della Scienza e della Tecnologia, fino al 27 ottobre, ospita la mostra temporanea Leonardo da Vinci Parade che mette in scena una ricca selezione dei modelli realizzati negli anni ‘50 interpretando i disegni di Leonardo e affreschi di pittori lombardi del XVI secolo, concessi in deposito nel 1952 dalla Pinacoteca di Brera.

Dal 3 ottobre al 12 gennaio, la mostra Leonardo a Roma. Influenze ed eredità a Villa Farnesina racconta la permanenza di Leonardo e dei suoi assistenti a Roma, facendo il punto sulle influenze che l’artista subì ed esercitò nella città.

La Biblioteca Nazionale di Napoli, dall’8 novembre al 31 gennaio 2020, espone testimonianze manoscritte, iconografiche e bibliografiche presenti presso le collezioni della biblioteca, dell’Università di Napoli Federico II e di altre Istituzioni sul tema della lezione vinciana e rinascimentale nell’architettura e nell’ingegneria del Mezzogiorno moderno.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Antonella Caporaso
Antonella Caporaso

Guarda altri articoli