L’estate italiana di Veratour:
villaggi aperti dal 4 luglio

L’estate italiana di Veratour: <br> villaggi aperti dal 4 luglio
26 Maggio 08:24 2020 Stampa questo articolo

Anche Veratour riparte dall’Italia, e lo fa dal 4 luglio, sulla scia della campagna promozionale Garanzia Veratour, che permette a chi effettua una nuova prenotazione fino al 21 giugno prossimo di annullare e ottenere il rimborso di quanto versato. Promozione, questa, a cui si aggiunge un premio commissionale del 3% alle agenzie di viaggi, sulle quotazioni da catalogo Villaggi Veraclub 2020 e sulle offerte speciali, rispetto alle condizioni contrattuali previste.

Per l’estero, come aveva anticipato il direttore commerciale Massimo Broccoli, bisognerà attendere ancora un po’, ma intanto i villaggi italiani del tour operator guidato da Stefano Pompili sono presenti tutti all’appello: c’è il Veraclub Suneva Wellness & Golf, il Veraclub Eos Village e il Veraclub Porto Istana in Sardegna; il Veraclub Modica Beach in Sicilia; il Veraclub Barone di Mare in Puglia e il Veraclub Scoglio della Galea in Calabria. Fino al Costa Rey Wellness & Spa – in Sardegna – che riaprirà, invece, il 2 agosto.

Tornando a Garanzia Veratour, per le prenotazioni che prevedono pacchetto volo + soggiorno è possibile procedere con l’annullamento senza spese fino a 14 giorni prima della partenza; per chi opta per il solo soggiorno l’annullamento gratuito è fino a sette giorni prima del proprio viaggio.

Per ogni villaggio, inoltre, l’operatore ha realizzato una scheda tecnica con l’obiettivo di informare i clienti come funzionerà l’esperienza in struttura, nel rispetto delle linee guida fornite dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dall’Istituto Superiore della Sanità.

Come si apprende dal sito web di Veratour in ogni villaggio sarà esposta alla reception un’informazione sulle misure di prevenzione. Gli ospiti, all’interno delle aree comuni, nonché al ristorante quando ci si alza dal proprio tavolo, dovranno sempre utilizzare la mascherina, che sarà indossata dal personale in ogni momento. La mascherina, comunque, va sempre utilizzata quando non è possibile garantire la distanza interpersonale di almeno un metro, fatta eccezione per i nuclei familiari.

AEROPORTO E TRANSFER. I banchi al check in, spiega il t.o, saranno allestiti in maniera da consentire la distanza sociale e il personale, anche qui, indosserà guanti e mascherine protettive. I trasferimenti dall’aeroporto ai villaggi (e viceversa) avverranno tramite bus che seguiranno quotidianamente i protocolli di igienizzazione previsti e prevederanno il distanziamento di almeno un metro tra un passeggero e l’altro a eccezione delle famiglie che, su richiesta, potranno viaggiare unite.

I SERVIZI NEI VILLAGGI VERACLUB. Le operazioni di check in e check out dovranno essere effettuate mantenendo la distanza di sicurezza e bisognerà essere muniti già di dispositivi di protezione individuale. All’interno delle diverse aree della struttura alberghiera saranno collocati gel per l’igiene. Tutte le camere e tutti gli ambienti saranno quotidianamente igienizzati.

Riguardo il ristorante, i tavoli posti nei locali rispetteranno le distanze previste dai protocolli e saranno trattati con le procedure atte a garantirne l’igiene dopo ogni utilizzo. Ogni nucleo familiare avrà in assegnazione un tavolo che manterrà per l’intera durata del soggiorno e, per garantire una minore contemporanea presenza di ospiti, gli orari di apertura del ristorante saranno estesi. La colazione, il pranzo e la cena verranno interamente serviti al tavolo, comprese le bevande. Stesso discorso per il bar, per cui si predisporrà un servizio al tavolo per limitare la contemporanea presenza di ospiti dinanzi al bancone.

Distanziamento e igienizzazione, poi, anche in spiaggia e in piscina. Mentre, passando al programma di animazione, questo sarà organizzato in maniera tale da poter rispettare i protocolli di sicurezza previsti dagli organismi preposti. Quello serale prevederà diverse forme di intrattenimento volte a limitare la ravvicinata contemporanea presenza di molte persone nel medesimo spazi. I luoghi nei quali si svolgeranno le attività di intrattenimento seguiranno le opere di sanificazione e igienizzazione predisposte.

Le attività sportive acquatiche e quelle svolte a terra, che permettono il corretto distanziamento, potranno essere regolarmente svolte. Per evitare assembramenti verranno svolte contemporaneamente più attività ludico-ricreative, in modo tale da poter permettere agli ospiti di scegliere tra i diversi quale godere di questi servizi. Tutti i materiali utilizzati durante le attività sportive e ricreative saranno sanificati dopo ogni utilizzo.

BAMBINI IN SICUREZZA. Particolare attenzione – spiega Veratour – verrà posta nella gestione delle esperienze che prevedono il coinvolgimento dei bambini. Durante le attività, che si svolgeranno a orari predefiniti, i bimbi verranno suddivisi in piccoli gruppi e per fasce di età, così come sarà prediletto lo spazio all’aperto. L’ingresso al Miniclub prevederà il controllo della temperatura corporea e ove la stessa dovesse risultare pari a 37,5° il bambino non potrà accedervi. Ai fini del trattamento dei dati personali si precisa che la rilevazione della temperatura non verrà assunta con dispositivi idonei a conservare il dato, che pertanto non rimarrà annotato. Anche qui, tutti i locali e i materiali che verranno utilizzati saranno igienizzati seguendo i protocolli indicati dalle autorità sanitarie.

Infine, verrà istituita in ogni villaggio una task force che avrà il compito di monitorare e verificare il rispetto di tutte le procedure previste.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Giulia Di Camillo
Giulia Di Camillo

Guarda altri articoli