L’estate dei turisti indecisi: ricerca Costa-Human Highway

L’estate dei turisti indecisi: ricerca Costa-Human Highway
02 Agosto 11:41 2022 Stampa questo articolo

Sono 22 i milioni di persone che in questi giorni, in Italia, si stanno ancora interrogando sulle modalità e la destinazione delle loro vacanze estive. Altri 10 milioni, invece, hanno già deciso e un ulteriore gruppo, composto da poco più di tre milioni di individui, afferma di non dover prendere alcuna decisione poiché si reca sempre nello stesso posto.

Sono queste alcune delle indicazioni che provengono da una ricerca commissionata da Costa Crociere a Human Highway e condotta su un campione di 1.082 italiani maggiorenni. La vacanza estiva è sinonimo di riposo (40%), mare e spiaggia (41% e 29% rispettivamente), divertimento e vita all’aperto (entrambi al 21%).

Oltre al relax apprezzato dal 40% degli italiani, tra gli ingredienti di una vacanza ideale si distingue la buona cucina (per il 48% degli intervistati), la visita a luoghi di rilievo artistico-culturale (38%), il giusto equilibrio tra la socialità e il ritiro nella tranquillità (37%), da modulare secondo le esigenze del momento, e il modello all inclusive (36%), che consente di vivere le giornate senza pensieri.

Ai principali ingredienti della vacanza ideale, seguono una serie di elementi accessori singolarmente meno sentiti dei precedenti, come ad esempio conoscere nuove persone e scoprire ogni giorno un posto diverso.

In un secondo momento è stato fatto notare agli intervistati, pari a un potenziale di circa 10 milioni di italiani, che il mix degli ingredienti che hanno segnalato come ideali per la propria vacanza è soddisfatto da una crociera. A questa affermazione, la reazione più frequente è stata la curiosità (46%), seguita dalla sorpresa (talvolta incredulità) per il 22% degli intervistati. Solo un individuo su dieci ha affermato di saperlo già, segnalando con questo di essere consapevole che la crociera sia la vacanza ideale per sé.

Nello studio, si evince inoltre che le persone che considerano l’idea di fare una crociera nei prossimi 12 mesi sono circa 4 milioni e vedono nell’esperienza la possibilità di staccare la spina dalla routine quotidiana, vivere la dimensione del viaggio e della scoperta e, infine, passare dei giorni in un luogo affascinante, sicuri che vivranno emozioni che ricorderanno a lungo.

Alcuni temi di attualità frenano la progettazione delle vacanze e l’attribuzione di un budget adeguato. Più del Covid e della guerra in Ucraina, che risultano forti inibitori della vacanza per il 20% della popolazione, sono la paura di una recessione (27%) e il timore dell’inflazione (41%) a frenare la progettualità degli italiani. È probabile che queste considerazioni possano spiegare il fatto che il 45% degli intervistati non ha ancora definito un progetto preciso e che il 25% metta in dubbio la vacanza stessa per quest’estate.

La situazione rilevata tra gli italiani è la peggiore rispetto agli altri Paesi analizzati nella ricerca: l’incidenza degli italiani che mettono in dubbio la propria vacanza estiva è superiore a quella di Spagna, Francia, Germania, Svizzera e Austria.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore