L’estate dei ferry sempre più hi-tech

L’estate dei ferry sempre più hi-tech
14 Giugno 13:02 2017 Stampa questo articolo

Sardegna prima di tutto, ma senza dimenticare il resto del Mediterraneo. A sentire gli operatori l’estate dei traghetti è partita ovunque con il piede giusto: merito sicuramente della tendenza a rimanere in Italia per questioni geopolitiche, ma anche di un advanced booking sempre più ricercato da chi viaggia. E, last but not least, da una serie di promozioni e offerte capaci di abbassare anche in modo significativo il costo delle tariffe.

Senza contare il fatto che, a rendere più numeroso il popolo di chi sceglie il viaggio in ferry, sono arrivate anche navi moderne e dotate di ogni comfort, con una serie di servizi capaci di far assomigliare sempre più una traversata di poche ore in una vera e propria crociera.

«Le nostre navi sono tutte di ultima generazione, tanto che vengono confermati anche quest’anno i viaggi a tema di 4 giorni sulla rotta Civitavecchia-Barcellona con la formula dell’hotel on board», racconta ad esempio Francesca Marino, passenger department manager di Grimaldi Lines. «Insomma, sono tutte passengers oriented, perché la nave diventi una parte del viaggio e non un semplice mezzo di trasporto. A bordo delle nostre unità, infatti, i clienti iniziano già la loro vacanza», afferma.

E a proposito di servizi, è ormai una tendenza comune il focus sulla tecnologia. «Al di là della scelta delle rotte, del rinnovamento e della caratterizzazione delle navi, o di nuove politiche di pricing – sottolinea Alessandra Poggi, ferry department manager di TraghettiOnline – ritengo che il nuovo trend per gli addetti al “mondo traghetti” sia quello hi-tech. In particolare, tutte le compagnie stanno ponendo particolare attenzione a fenomeni diventati ormai di interesse quotidiano come: utilizzo dei social mirato a una copertura capillare dell’utenza; fidelizzazione del cliente con card e newsletter sempre più mirate al segmento; siti responsive; prenotazioni mobile friendly; investimenti su siti web sempre più performanti».

Accanto alla tecnologia, però, a farla da padrone è il binomio prenotazioni anticipate e scontistiche. «I prezzi sono leggermente diminuiti rispetto a qualche anno fa e vengono proposte offerte appetibili. Tuttavia, bisogna porre attenzione alle partenze in alta stagione perché, nei giorni più caldi dell’estate, le tariffe lievitano davvero molto». Una convinzione confermata anche da Serena Giardini, del portale di booking Traghettilines.it. «Negli ultimi anni la formula dell’early booking è ormai quella più apprezzata dal consumatore che, con prenotazione anticipata, riesce a soddisfare le proprie esigenze grazie a posti disponibili e tariffe agevolate».
Poche sorprese, invece, sul fronte delle mete più gettonate, dove alle spalle dell’evergreen Sardegna, vanno forte anche le altre isole. «Sicilia ed Elba sono senza dubbio le mete più richieste, mentre all’estero sono l’Albania e la Grecia le regine indiscusse», secondo Traghettilines.it che proprio sulla Grecia ha inserito nella piattaforma nuove compagnie che operano sulle rotte interne. Ma non è finita, perché i Paesi del mare nostrum comprendono anche il Nord Africa. «Qui sono state rafforzate le rotte con collegamenti effettuati da compagnie italiane e straniere», aggiunge la manager di TraghettiOnline

L'Autore