L’avanzata nipponica delle compagnie aeree

20 febbraio 07:00 2019 Stampa questo articolo

È sempre Alitalia l’unico vettore in grado di assicurare collegamenti diretti, da Milano e Roma, verso il Giappone. Dallo scorso 28 ottobre poi, è entrato in vigore l’accordo tra il vettore tricolore e All Nippon Airways, riguardante sia le rotte fra Italia e Giappone sia i collegamenti domestici in territorio nipponico e nello Stivale.

In particolare, la compagnia italiana ha applicato il proprio codice di volo Az ai collegamenti operati da Ana fra Tokyo Narita e Osaka, Nagoya, Fukuoka, Okinawa, Sendai e Sapporo, in coincidenza con i voli Alitalia provenienti da Roma Fiumicino e da Milano Malpensa. La compagnia giapponese ha applicato il proprio codice di volo Nh ai collegamenti diretti di Alitalia fra Tokyo e Roma e Milano, oltre a una serie di collegamenti domestici operati dalla compagnia italiana da Roma Fiumicino verso Bologna, Firenze, Milano Malpensa, Napoli, Torino e Venezia. Alitalia e All Nippon Airways collaborano, inoltre, nell’ambito dei programmi frequent flyer.

Per quanto riguarda l’altra compagnia giapponese, Japan Airlines, la novità riguarda l’estensione del periodo di prenotazione dei voli internazionali. Per rispondere alla crescita di traffico sulle rotte di lungo raggio, dal 1° aprile sarà possibile effettuare prenotazioni per i voli internazionali da 330 a 360 giorni prima della partenza (quindi ad aprile sarà già possibile acquistare voli e hotel sul sito della compagnia fino a marzo 2020).

Il Giappone, con il suo boom di arrivi dall’Italia e non solo, è al centro dei piani anche di Fiji Airways, che dallo scorso luglio ha lanciato il no-stop trisettimanale tra Nadi e Tokyo Narita. Il vettore, che ha appena ricevuto il primo di cinque Boeing 737 Max, ha anche inziato dallo scorso 5 dicembre a volare come primo membro del nuovo servizio oneworld Connect, la partnership ideata dall’alleanza per offrire più connessioni, servizi e benefit ai clienti del suo network mondiale.

I partner, come Fiji Airways, possono garantire benefit e vantaggi a tutti i clienti dell’alleanza, soprattutto i frequent flyers (i viaggiatori con status Emerald, Sapphire e Ruby hanno la priorità ai banchi check in e all’imbarco). Tra Connect partner e membri di oneworld, inoltre, ci sono benefit validi per tutti come: check in condiviso per passeggeri e bagagli, incluse connessioni e voli con qualunque partner o membro di Oneworld; possibilità di guadagnare e accumulare miglia con tutti i programmi fedeltà delle varie compagnie e di Oneworld; accesso alle lounge delle compagnie aeree aderenti negli aeroporti (valido solo per i passeggeri di First o Business Class).

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Giorgio Maggi
Giorgio Maggi

Guarda altri articoli