Con l’autunno prende il via l’alta stagione delle terme

Con l’autunno prende il via l’alta stagione delle terme
20 Settembre 12:29 2017 Stampa questo articolo

Se per alcune tipologie d’offerta ottobre-dicembre è considerata “l’altra stagione”, per molte terme e centri benessere questo trimestre è a tutti gli effetti la stagione più importante, il periodo dove poter attrarre clientela anche solo per un weekend. E il rilancio del termalismo parte proprio dall’ottimizzazione di questi momenti che, per altri segmenti, non sono mai stati una priorità.

Da qui un autentico pullulare di offerte e pacchetti a tema realizzati per un target diversificato e sempre più propenso a muoversi per motivazioni ed eventi. Per esempio a Saturnia, presso l’omonimo Gold & Resort c’è l’offerta “Autunno DiVino”, che unisce al relax l’opportunità di partecipare alla raccolta dell’uva, simile nei colori e nei profumi la proposta di Chianciano, che col pacchetto “Profumi di Vendemmia”, propone trattamenti viso-corpo al mosto d’uva a km zero; alle Terme Margherita di Savoia, nel Gargano, sono stati predisposti pacchetti che abbinano a trattamenti di relax e cura del corpo itinerari culturali alla scoperta dei castelli e cattedrali pugliesi. ‘Terme & Cavalli” è invece l’insolita proposta del Villaggio Salute Più a Monterenzio (Bologna), dove oltre ai trattamenti termali vengono offerte visite al Museo Fantini, shopping day agli outlet di Barberino o Castel Guelfo, gite a cavallo, visite al borgo storico di Dozza e tour enogastronomici.

Alle Terme della Versilia, oltre alle acque a farla da padrona è la cucina dello chef Giuseppe Fulco nel ristorante del Residence Hotel Villa Undulna. Con piatti ingegnosi, che ricordano la localizzazione della struttura tra mare, lago, collina e montagna, Fulco accompagna le giornate degli ospiti all’interno del Centro, che grazie al suo ampio spazio propone innumerevoli percorsi e trattamenti.

A Montepulciano Terme, l’omonima struttura con terme&Spa punta tutto su pacchetti stagionali come Magia d’ Autunno, perfetta per le coppie, che comprende un ingresso alla Grotta Lunare, un massaggio antistress di 25 minuti, cromoterapia e una degustazione di tisane aromatiche.

Parallelamente a Fratta Terme il Grand Hotel Terme della Fratta propone due offerte, sempre valide per le stagioni di autunno e inverno: Ognissanti e Immacolata, con trattamenti agli aromi e sapori tipici della località e della stagione. Mentre a Salice Terme, in provincia di Pavia, la struttura Terme President, ha preferito puntare tutto su pacchetti con attività più ricercate come le escursioni a cavallo, in mountain bike, voli con parapendio e golf, rendendo così ancora più accattivante l’esperienza termale.

Alle Terme Luigiane (Cosenza), oltre a rigenerarsi con acque termali e fanghi, ci sono soggiorni gratuiti per gli ospiti fino a 4 anni e percorsi culturali suggeriti come la visita della Guardia Piemontese, le passeggiate lungo la Riviera dei Cedri e la visita a Diamante. Escursioni anche a Tivoli, con l’offerta delle Vie del Benessere (Spa, area relax delle tisane, docce aromatizzate) dove si prevedono le visitare a Villa d’Este e Villa Adriana, siti Unesco. Terme per tutta la famiglia a Riolo (Ravenna) con pacchetti a tema come ad esempio Halloween Relax che propone di partecipare ad una grande festa a tema.

Anche le strutture termali di Ischia vogliono fare la loro parte, soprattutto per rilanciare la destinazione dopo il sisma del 21 agosto. Per operare al meglio in una situazione mediaticamente difficile, gli operatori, tra cui Federalberghi-Terme, Ascom e l’assessorato alle attività produttive Regione Campania, hanno condiviso un documento presentato al governo dove vengono richieste tre linee d’intervento e sostegno: l’attivazione di una “misura di finanziamento”; l’istituzione della “zona franca urbana”; e l’utilizzo delle risorse previste dalla legge regionale del 2008, provenienti dai versamenti dei canoni concessori delle aziende termali. Un doppio tuffo nel benessere e nell’arte è invece il pacchetto delle Terme Pompeo a Ferentino (Frosinone) dove oltre a idromassaggi termali e bagni di vapore vengono proposte visite ai centri storici di Anagni e Fumone.

Ma le terme rappresentano anche l’occasione per un viaggio all’estero, magari senza allontanarsi troppo. La Slovenia con 14 stazioni termali è uno degli esempi migliori. Per affrontare al meglio l’autunno, le Terme di Catez offrono un pacchetto detox di 5 giorni con peeling e trattamenti uno diverso al giorno. Halloween Thermana Lasko propone un’offerta che include la mezza pensione, l’entrata in palestra e l’animazione e uno sconto del 20% per chi prenota entro settembre. Le Rimske Terme hanno invece studiato un’offerta per l’Immacolata che oltre all’ingresso illimitato nelle piscine, pernottamento e mezza pensione, include bastoncini da trekking e mappa dei sentieri nei dintorni.

In Svizzera a farla da padrone sono le strutture con vista sulle Alpi. È il caso del Centro Bogn Engiadina Scuol che propone la “Thalasso Alpin”, un trattamento che unisce l’acqua minerale del luogo ai principi naturali contenuti nelle alghe e ai massaggi. Oppure a Bad Schinznach che offre il comfort di un 4 stelle per godere di un fine settimana wellness tra le acque solforose per 2 notti in pensione completa.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Andrea Lovelock
Andrea Lovelock

Guarda altri articoli