L’appello di Assoviaggi: «Più ristori ad agenzie e t.o.»

L’appello di Assoviaggi: «Più ristori ad agenzie e t.o.»
07 Ottobre 11:03 2021 Stampa questo articolo

Prorogare i ristori al settore delle imprese di viaggi, altrimenti scatteranno chiusure, fallimenti e licenziamenti. È l’urgente appello rilanciato dal presidente di Assoviaggi-Confesercenti, Gianni Rebecchi. «Le imprese del turismo organizzato stanno fronteggiando con grande difficoltà questo 2021, tanto quanto è avvenuto per il 2020. Per questo chiediamo al ministro  Massimo Garavaglia di prolungare i ristori per agenzie di viaggi e tour operator, diversamente la ripartenza non sarà possibile».

Rebecchi, poi, insiste: «Servono subito interventi immediati,  dalla proroga urgente degli ammortizzatori sociali – introdotti dal precedente governo per fronteggiare l’emergenza sanitaria – almeno fino a giugno 2022, insieme a crediti d’imposta rinnovati per le imprese del comparto per evitare nuove chiusure e licenziamenti».

Infine,conclude Rebecchi, «auspichiamo che, quanto prima in consiglio dei ministri, dopo il primo segnale positivo ricevuto sui corridoi turistici Covid-free, si prosegua verso la rapida riapertura complessiva delle mete extra Ue dove è possibile da subito viaggiare in sicurezza, come previsto in altri paesi dell’Unione Europea».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore