L’Anno del Cibo va in crociera con Msc

L’Anno del Cibo va in crociera con Msc
18 Dicembre 11:21 2018 Stampa questo articolo

Con 309 milioni di post l’hashtag #food è tra i più utilizzati su Instagram, effetto di una moda senza confini. C’è chi nei piatti cerca cultura, chi un’esperienza trendy, chi il benessere. Anche e soprattutto in vacanza. Un trend cavalcato dalle istituzioni che in Italia hanno proclamato nel 2018 l’Anno del Cibo, mentre i player dell’industria turistica hanno alzato la posta sull’enogastronomia. Lo sa bene Msc Crociere, che nell’ultimo anno ha servito 61 milioni di pasti e 95 milioni di drink. Cibo e bevande per tutti i gusti, dalla cucina gourmet a quella mediterranea, dalle steakhouse a piatti etnici, pizzerie e sushi bar. La flotta di Aponte si concede un vezzo tutto italiano: pasta fresca impastata a bordo, con macchinari all’avanguardia e grano duro dei migliori mulini.

Perché l’esperienza culinaria sia senza sosta e prêt-à-porter, il buffet è aperto 20 ore al giorno, dalle 6 del mattino alle 2 di notte. Con cucina a vista, si sceglie tra: frutta e verdura, carving di carne, griglia, bakery, pizza e pasta, salumeria, angolo bambini, dolci, daily special, take away, etnico. Ma anche piatti tipici a seconda del porto di scalo. E l’aperitivo a tema, dedicato alla città visitata, con vini, birre e cocktail locali.

Il trio Cracco, Freixa e Yamaguchi
Carlo Cracco Msc
Anche le stelle navigano a bordo delle navi Msc Crociere, che ha aperto un altro capitolo della partnership con Carlo Cracco. Dopo cinque anni di attività congiunte sulle navi e a terra, è partito un nuovo progetto in due fasi: il primo step riguarda i viaggi nel Mediterraneo, negli Emirati, nelle Antille e a Cuba; il secondo la prima World Cruise di 119 giorni. Sulle navi, in particolare nell’area Msc Yacht Club, si possono assaporare i piatti firmati dallo chef milanese, come il cappello del prete caramellato con agrumi, sedano rapa e melagrana, la crème brùlée al foie gras, la vellutata di asparagi con perle di Tapioca, il cocktail di gamberi in coppa martini, il ristretto di manzo con raviolini di carne, il risotto alle seppie, la coda di aragosta alla griglia, l’Halibut dell’Atlantico annerito.

Lo chef stellato prende parte al primo giro del mondo di Msc Magnifica con i suoi nuovi menù frutto di creatività e talento. E nel corso dei tre mesi di navigazione, così come sulle altre navi della flotta, oltre a Carlo Cracco si alternano le proposte gastronomiche di alcuni dei migliori chef internazionali, che sono già partner della compagnia.

Tra le stelle del firmamento gastronomico mondiale c’è lo spagnolo e pluripremiato Ramón Freixa, che ha cominciato da bambino tra i deliziosi profumi della panetteria dei nonni e oggi ha il suo ristorante a Madrid, insignito di due stelle Michelin. Della sua cucina dice che è fondata su tre elementi: tecnica, feeling e magia. Si ispira alle radici mediterranee in chiave avanguardistica, in cui ogni piatto racconta una storia di sapori, consistenze, colori e crea ricette pensate esclusivamente per Msc su Seaside, Seaview e Bellissima. Famoso il gusto ricercato della sua Pluma iberica glassata con verdure saltate, così come la grande varietà di tapas per uno spuntino saporito e leggero.

E in tema di internazionalità, lo chef panasiatico Roy Yamaguchi, pioniere della gastronomia internazionale, incarna il trend del momento, ovvero la cucina etnica: ai passeggeri piace alternare la tradizione mediterranea con piatti nuovi meno consueti al palato, come l’asiatico e il fusion. Due tra i più apprezzati sono stati il mongolian beef e il chicken pickle. Yamaguchi regala agli ospiti di Msc Seaside e Seaview un’arte fusion unica con tre ristoranti esclusivi: Teppanyaki, Asian Fusion e Sushi. Nato a Tokyo, ha coltivato un grande amore per il cibo hawaiano, che ha trasformato in una professione con la sua cucina hawaiana fusion.

Piccoli grandi chef ai fornelli di Msc
Sfide in cucina per bambini di tutte le età per consentirgli di apprendere i fondamentali di un’alimentazione sana e genuina. Dopo il successo di MasterChef at Sea per gli adulti, Msc Crociere ha lanciato – a bordo di Seaview – MasterChef Juniors at Sea rivolto a bambini tra i 5 e i 12 anni, che a partire da marzo 2019 sarà su tutte le 15 navi della flotta. Il programma prevede una masterclass di cucina interattiva con un executive chef di Msc Crociere, che coinvolge i bambini per creare capolavori culinari. Ideate sulla base di ingredienti freschi e sani da Rukmini Iyer, concorrente MasterChef del 2013 e autore di libri di cucina, le ricette mettono alla prova abilità come grattugiare, tagliare, sbucciare e coltivare la creatività. Forti dei certificati ottenuti, i ragazzi diventano veri e propri Masterchef per una notte, protagonisti di un divertente show nel teatro della nave.

In 20 vengono poi selezionati a caso dal pubblico per salire sul palco e partecipare a una Mistery Box Challenge, in cui ogni concorrente riceverà una scatola piena di ingredienti misteriosi e sarà chiamato a creare una ricetta speciale con l’aiuto dello chef, fino a completare un piatto gourmet valutato da un gruppo di giudici.

Il Made in Italy a bordo
chef in cucina Msc
Fiore all’occhiello è la cioccolateria e gelateria Venchi su Msc Seaside, Seaview, Divina e Splendida: 100% di ingredienti naturali e ricette esclusive, dal cioccolato extra fondente al gianduia, con i maestri della pasticceria italiana.

A bordo di Msc Meraviglia, e in arrivo su Bellissima, la compagnia ha creato il primo caseificio a bordo per offrire ai propri ospiti il meglio dell’autenticità del cibo italiano, che produce oltre 300 kg di mozzarella con latte di bufala di mucche italiane ogni giorno. I crocieristi possono osservare  l’intero circuito di preparazione attraverso una grande vetrata all’ingresso del buffet della nave.
Ancora Italia nella selezione dei migliori vini della Cantina Aneri di Verona, con proposte che vanno dal prosecco all’Amarone, dal Pinot Bianco al Nero.

Occhio al glutine: le altre cucine
L’intera flotta Msc offre ai suoi ospiti menù gluten free. Sulle navi impegnate nel Mediterraneo e in Nord Europa la compagnia lavora a stretto contatto con l’Associazione Italiana Celiachia, rispettando fedelmente la rigida regolamentazione per la preparazione dei menù.

I prodotti sono conservati in apposite aree mentre, alla preparazione dei piatti a bordo, sono riservate ben due cucine gestite da personale specializzato. I menù speciali sono disponibili in ogni momento della giornata, dalla colazione al pranzo, sino al tè del pomeriggio e alla cena. È disponibile anche un pranzo da asporto senza glutine per le escursioni a terra, in modo che i passeggeri non si debbano preoccupare di trovare pietanze adatte e possano godersi il tour. C’è anche la lista speciale di bevande senza glutine, con deliziosi cocktail, birre e amari.

Msc è tra le poche compagnie di crociere al mondo ad aver ottenuto la certificazione da Bureau Veritas (per la gestione di sicurezza alimentare secondo gli standard internazionali “Iso22000 Sistema di Gestione per la Sicurezza Alimentare” e “Iso9001 Sistema di Gestione della Qualità”) per offrire in tutto il mondo i menù senza glutine all’interno dei ristoranti principali di tutta la flotta.

Ma non finisce qui. La compagnia propone anche menù vegetariani (previsti da almeno un ristorante su ogni nave) con specialità gastronomiche preparate al momento, menù speciali per la dieta islamica Halal (tranne per gli itinerari in Stati Uniti, Brasile e Sudafrica), piatti Kosher per i passeggeri di fede ebraica.

L'Autore

Commerciale
Commerciale

Guarda altri articoli