L’allarme di Adv Unite: “In Campania a rischio 5mila dipendenti”

L’allarme di Adv Unite: “In Campania a rischio 5mila dipendenti”
13 Luglio 09:40 2020 Stampa questo articolo

In vista dell’approvazione al Senato del decreto Rilancio, Adv Unite “resta basita dal latente silenzio di tutte le sigle associative nazionali”, si legge nella nota divulgata alla stampa.

“Non c è più tempo per sostenere azioni educate e civili contro chi è sordo alle nostre richieste – scrive l’associazione – Nel mondo non c è impresa che possa star ferma per sei mesi senza incassare nulla e con una previsione di restare fermi altri cinque mesi. Come alternativa noi ci permettiamo di suggerire alle varie sigle associative Astoi, Fto, Assoviaggi e Fiavet di portare all’attenzione del governo i licenziamenti dei propri dipendenti con lettere congiunte perché nessuno potrà sopravvivere a questo tsunami”.

Le agenzie aderenti ad Adv Unite, ma non solo, prosegue il comunicato, “ci hanno chiesto di convocare i sindacati per concordare le modalità di licenziamento dei dipendenti al termine del periodo imposto dal governo. Ancora non si sono visti gli effetti della monetizzazione dei voucher, ancora non si sono viste le risoluzioni delle cause intentate dai nostri clienti. Come potranno monetizzare i voucher scolastici di fronte al blocco dei viaggi scolastici per il prossimo anno? Quante aziende chiuderanno al termine di queste azioni? Ecco perché ci viene da sorridere nel vedere tante sigle disunite di fronte a un dramma umano: fate presto, noi non possiamo più aspettare; andremo da soli a licenziare i nostri 5mila dipendenti”.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore