La Turchia diventa socio aggregato di Fiavet

La Turchia diventa socio aggregato di Fiavet
26 Maggio 13:46 2021 Stampa questo articolo

New entry in Fiavet: l’Ufficio Cultura e Informazioni dell’Ambasciata di Turchia è infatti diventato socio aggregato della Federazione. La decisione è stata intrapresa con la consapevolezza che si possano creare ottime strategie e azioni rivolte a velocizzare il ritorno alla normalità e al viaggio. «È un passo ulteriore e importante che abbiamo deciso di sostenere appena ci è stato proposto – dichiara Haluk Soner, direttore dell’Ufficio di Cultura e Informazioni – Fiavet è una realtà che non si è mai tirata indietro di fronte alla complessità del periodo, ha agito cercando di portare chiarezza e concretezza nel mondo del travel e crediamo pertanto che possa essere il giusto attore  per fare un ottimo lavoro di squadra insieme al ministero della Cultura e del Turismo Turco, alle varie associazioni di categoria e agli operatori ricettivi turchi».

L’adesione è stata positivamente commentata dalla presidente di Fiavet, Ivana Jelinic che osserva: «In questo momento avere la possibilità di viaggiare in Turchia secondo protocolli di sicurezza adottati tempestivamente dal Paese costituisce un arricchimento importante dell’offerta turistica per tutta la filiera imprenditoriale italiana. Questa collaborazione darà vita ad attività di formazione e conoscenza  destinate ad incrementare sempre di più la domanda turistica verso questo splendido Paese».

Da tempo i vertici Fiavet hanno intrapreso questo particolare proselisitmo: essere soci Fiavet rappresenta un apporto di collaborazione e condivisione con le agenzie e i tour operator italiani che si occupano di outgoing. Sarà inoltre più proficuo e agevole per l’ente presentare i progetti di formazione dedicati all’importante offerta turistica della Turchia, realizzati esclusivamente per gli agenti di viaggi.

Inoltre, la Turchia è stato uno dei primi Paesi a realizzare un programma di “Safe Tourism Certification” che ha coinvolto l’intera filiera turistica, dagli aeroporti, agli hotel. E ora il programma di vaccinazione per gli addetti al turismo è un ulteriore passo nonché priorità per dare maggiore sicurezza a chi sceglie la destinazione per le proprie vacanze.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore