La strategia Avis per l’Italia, dagli aeroporti alle nuove auto Mercedes

La strategia Avis per l’Italia, dagli aeroporti alle nuove auto Mercedes
16 Luglio 12:38 2019 Stampa questo articolo

Si consolida la partnership Avis e Mercedes-Benz con il lancio sul mercato del rent di tre nuovi modelli d’alta gamma che entrano a far parte della collezione Prestige: si tratta della nuova Classe G, della CLS e della Classe C Cabrio.  Attualmente su circa 40mila autovetture in flotta Avis in Italia, circa 3.500 sono costituite da modelli Mercedes.

Come ha spiegato Gianluca Testa, managing director southern region di Avis Budget Group: «Attraverso il rinnovo dell’accordo, i nostri clienti avranno ancora una volta la possibilità di essere tra i primi a provare modelli di auto nuovissime ed esclusive. Una proposta costantemente aggiornata, che va oltre il classico noleggio e che risponde perfettamente ad ogni tipo di esigenza».

Circa poi l’intermediazione, Testa, nel distinguere il b2b delle agenzie e il b2c dei grandi aggregatori che puntano esclusivamente sul pricing, ha evidenziato il forte e costruttivo legame con la rete agenziale sulla quale sarà possibile investire anche in strategie aziendali condivisibili, prima fra tutte quella della linea Prestige. Testa ha poi sottolineato l’importanza della connettività e dell’e-mobility, che sono tra i capisaldi anche nella strategia Mercedes, evidenziando che con l’App Avis Self-Service, sta cambiando i rapporti con la clientela e con la stessa rete agenziale. Precisando però che l’importanza delle agenzie di viaggi può risultare determinante l’acquisizione di nuovi target di clientela.

A completamento della sua strategia, Avis Italia ha annunciato di aver ampliato le location dove la flotta sarà disponibile. Agli aeroporti di Milano Malpensa, Milano Linate, Venezia Marco Polo e Roma Fiumicino, infatti, si aggiungono gli scali di Torino, Pisa, Firenze, Catania e Palermo e gli uffici di Milano Piazza Diaz, Como, Roma via Sardegna e Civitanova Marche.

Un consolidamento di presenza dettato dall’ottimo andamento di Avis nel mondo che viaggia con un fatturato di oltre 1 miliardo di dollari e una flotta di 650mila vetture di cui oltre 100mila già connesse, ovvero coinvolte nell’esperienza Avis digitalizzata che consente di assicurare alla clientela una modalità self-service, una gestione diretta del noleggio, un fast service soprattutto negli aeroporti e notifiche push con documenti paperless per ridurre tempi e passaggi amministrativi.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Andrea Lovelock
Andrea Lovelock

Guarda altri articoli