La storia del mondo alle Seychelles

27 Giugno 07:00 2018 Stampa questo articolo

Un altro universo: arcaico, magico e dal quale provengono battiti dalla preistoria. Le Seychelles sono tra le isole più antiche del pianeta. Le meravigliose spiagge e le rocce dalla forma metafisica sono state riscaldate per milioni di anni dal sole equatoriale e dalla brezza del mare più bello del mondo. Qui il tempo sembra essersi fermato: vivere l’esperienza creola nell’arcipelago significa immergersi nella natura selvaggia, onnipresente e dolce. Visitare le isole coralline e granitiche, magari approdandovi in barca a vela, per scoprire animali rarissimi e straordinari fa vivere la sensazione primordiale di esplorare terre selvagge.

Ma la vera ricchezza delle Seychelles è la diversità: per quanto le isole siano piuttosto vicine l’una all’altra (perlomeno quelle principali), ciascuna ha una caratteristica che la differenzia dalle altre. Se sunbathing, diving e snorkeling sono fortemente consigliati pressoché ovunque, solo alcune isole sono ottime per visitare atelier di artisti e giardini botanici; altre ancora sono l’ideale per passeggiare in foreste preistoriche patrimonio Unesco; mentre altre ancora sono ottime per prendere il sole insieme a centinaia di tartarughe terrestri giganti.

Il vero lusso alle Seychelles è riconnettersi alla natura e quindi a sé stessi! Scoprire la cultura di queste isole è un’esperienza affascinante e che insegna tanto: se da un lato il popolo creolo è profondamente connesso alla natura nei suoi aspetti più basici, dall’altro è al top nel mondo per l’ecosostenibilità. Molti abitanti delle isole sono capaci di elencare a menadito al turista le proprietà curative delle piante e come utilizzare in cucina le spezie del proprio giardino. Team di scienziati lavorano, nel frattempo, a progetti innovativi e vincenti nel salvaguardare l’ambiente.

Frutto dell’incontro di tradizioni francese, inglese, indiana, cinese, malgascia e di altri Paesi africani, la cultura delle Seychelles si esprime anche in altri modi: a Silhouette ha aperto recentemente un interessante museo che celebra la curiosissima storia di quest’isola, per esempio. Un altro modo con il quale il turista incontra la cultura creola è la cucina, con i suoi piatti gustosi e dai sapori ricchi e forti come il sole seychellese.

Occhi chiari su volti africani, lineamenti asiatici sulla pelle scura, raccontano l’unione dei popoli che si sono intrecciati. Le danze creole sono le stesse che gli schiavi ballavano intorno al fuoco, in spiaggia la notte, irritando con i loro movimenti sensuali i coloni fortemente religiosi.

Sentirsi esploratori spostandosi da isola a isola, pescare un marlin, sentire la sabbia bianca e soffice tra le dita; è impagabile raggiungere le cime delle colline, tra orchidee e piante carnivore, e vedere l’Oceano Indiano e le sagome delle altre isole. La sera, tornando nel proprio hotel o nella propria guesthouse, aprite le finestre e ammirate la luna che illumina d’argento le foreste e baie preistoriche.

Per qualsiasi informazione contattate: Ente del Turismo delle Seychelles, Via Pindaro 28N, 00125 Roma – Italia; Tel: +39.06.5090135; Email: info@seychelles-stb.it

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore