La scommessa estiva tra Italia e last minute

by Redazione | 7 Luglio 2020 9:52

Decisamente più lenta, ma destinata a migliorare giorno dopo giorno. L’estate 2020 è stata prima la grande incognita, poi la speranza e ora inizia a confermarsi come un’importante certezza per la ripartenza (anche e soprattutto del business delle agenzie di viaggi). Dopo lo tsunami Covid, quindi, le prenotazioni già a giugno hanno registrato una graduale ripartenza pronta a raggiungere il picco proprio in queste settimane di luglio.

LEGGI L’APPROFONDIMENTO SULLO SFOGLIABILE ONLINE[1]

Lo confermano i maggiori network di agenzie italiane, alle prese con una vera e propria corsa contro il tempo e una costante incertezza dovute alle troppe regole che ogni regione, governo o ente sta predisponendo per tutta la filiera turistica. «Giugno è stato il mese della ripartenza, e le prenotazioni sono in progressivo aumento – spiega Laura Antonioli, responsabile coordinamento vendite di Welcome Travel – Il trend è di certo inatteso», e ci si aspetta più fiducia anche verso l’estero. «Tanta la richiesta di alternative top sulle coste e gli entroterra italiani, che per il network del Gruppo Alpitour e Costa Crociere significa anche «la stipula di nuovi accordi commerciali con catene alberghiere, location di prestigio o boat rental», aggiunge Antonioli.

Step by step anche in casa Uvet Travel System: «Il volume delle vendite è in graduale ripresa, e al momento il basket del booking è concentrato per il 70% sul Mare Italia e per il restante 30% sull’area mediterranea, con un ritorno del lungo raggio per l’autunno e per la stagione invernale», commenta il direttore generale Andrea Gilardi. Fari puntati sul Bonus Vacanze, «che però soffre della poca chiarezza riguardo le modalità di utilizzo dello strumento», aggiunge Gilardi, che al contempo sottolinea l’ampio ricorso all’uso dei voucher emessi a fronte dei viaggi precedentemente cancellati.

Stesso discorso da Geo Travel Network, con il responsabile commerciale leisure, Gianluca Planamente, che rincara la dose sull’interesse verso opzioni di alloggio come le case, le ville o i residence. Ma c’è attesa anche per le crociere «magari già ad agosto, per aggiungere positività a una stagione estiva che in ogni caso si muove», rimarca Ivano Zilio, patron di Primarete. Ma l’estate in slow motion ha bisogno di un’accelerata, e per questo non basta solo l’impegno di tutta l’industria turistica e la buona volontà del vacanziero italiano.

La richiesta, per Sergio Testi, direttore generale di Gattinoni Travel Network, è quella di maggiore chiarezza da parte delle autorità competenti. «Maggiori certezze e informazioni precise da parte di governo, enti, regioni ed esperti sarebbero necessarie per trasferire tranquillità e serenità agli italiani e quindi riscontrare segnali molto più forti di ripresa della domanda», conclude Testi.

LEGGI ONLINE L’ULTIMO NUMERO DE L’AGENZIA DI VIAGGI MAGAZINE[2]

Gabriele Simmini – Giulia Di Camillo

Endnotes:
  1. LEGGI L’APPROFONDIMENTO SULLO SFOGLIABILE ONLINE: https://ita.calameo.com/read/000282683dfab7d5b5994?authid=M3W8uY2zeJ1u
  2. LEGGI ONLINE L’ULTIMO NUMERO DE L’AGENZIA DI VIAGGI MAGAZINE: https://ita.calameo.com/read/000282683dfab7d5b5994?authid=M3W8uY2zeJ1u

Source URL: https://www.lagenziadiviaggi.it/la-scommessa-estiva-tra-italia-e-last-minute/