La ricetta Abu Dhabi per superare i 10 milioni di visitatori

14 marzo 14:14 2019 Stampa questo articolo

“Lasciarsi ispirare da Abu Dhabi”. Questo il leit motiv della sesta edizione dell’Abu Dhabi Workshop 2019, tenutosi a Palazzo Parigi Hotel & Grand Spa a Milano, che ha visto la partecipazione di operatori, agenti di viaggi, partner e stampa specializzata e la presenza di Abdalla Alshamsi, console generale degli Emirati Arabi Uniti a Milano. «Da che era un semplice villaggio di pescatori fino a pochi anni fa, Abu Dhabi ha avuto il grande intuito di puntare sul turismo tanto da arrivare a oltre dieci milioni di visitatori nel 2018, con una crescita del 16,6% anno su anno», ha sottolineato Dora Paradies, country manager Italy di Dct Abu Dhabi.

Di questi dieci milioni, l’Italia – il 16° mercato internazionale sulla destinazione – rappresenta il 2% con quasi 60mila hotel guest, in leggera flessione del 3% rispetto all’anno precedente, e con oltre 26mila croceristi.
La permanenza media è invece di 3.6 notti.

«Oggi c’è una maggiore consapevolezza che Abu Dhabi sia anche una destinazione leisure, oltre che meta per appuntamenti business e Mice. La parte culturale è, infatti, un asset su cui abbiamo spinto molto. Lo dimostrano la recente apertura ai turisti del palazzo presidenziale Qasr Al Watan con i suoi oltre 55mila libri custoditi nella biblioteca interna o la riapertura lo scorso dicembre del Qasr Al Hosn, ovvero il forte bianco, la struttura più antica del Paese risalente al 1790. Mentre la parte storica si riscopre ad Al Ain, al confine con l’Oman, tra le oasi e i forti», ha ricordato Paradies.

E poi c’è il Louvre Abu Dhabi, la cui visita viene consigliata la mattina per godere appieno della “rain of light”, quel gioco di luci e ombre attraverso la sua struttura architettonica avanguardistica. Il museo ospiterà fino al 18 di maggio la mostra dedicata a Rembrandt van Rijn e Vermeer.

Ventuno i collegamenti settimanali da e per Abu Dhabi operati da Etihad Airways, un volo giornaliero da Milano Malpensa e un doppio giornaliero da Roma Fiumicino. Inoltre, sono disponibili voli in codeshare da tutti i punti domestici via Roma Fiumicino. E proprio dallo scalo romano da giugno 2019 la compagnia introdurrà un collegamento con un Boeing 787-10, che consentirà di aggiungere 35/40 posti in più a volo. E grazie all’iniziativa The Extraordinary Abu Dhabi Pass i clienti che viaggiano verso Abu Dhabi con Etihad possono inoltre accedere a sconti per alcune attrazioni, ristoranti e parchi tematici, conservando la propria carta di imbarco.

L'Autore

Silvia Pigozzo
Silvia Pigozzo

Guarda altri articoli