flydubai sbarca in Italia: voli tutto l’anno da Catania

flydubai sbarca in Italia: voli tutto l’anno da Catania
28 giugno 11:28 2018 Stampa questo articolo

Pranzo con un arancino a Catania alle ore 13.15 e cena con i falafel a Dubai alle 21. Adesso si può. Grazie a flydubai-Emirates e al volo diretto che tutti i giorni e per tutto l’anno unirà la Sicilia agli Emirati Arabi Uniti e viceversa. Il nuovo collegamento è stato presentato mercoledì pomeriggio a Giardini Naxos, a 46 km dal capoluogo etneo, alla presenza dei membri del senior management di flydubai, di Emirates e dell’aeroporto di Catania.

La delegazione è giunta direttamente da Dubai sul nuovo Boeing 737 Max 8, con partenza alle ore 8.10 e arrivo alle 12.15 a Catania Fontanatossa, accolto con il tradizionale saluto: il cannone ad acqua. Presenti l’ambasciatore d’Italia negli Emirati Arabi Uniti, Liborio Stellino, e il vice capo missione degli Emirati Arabi Uniti in Italia, Muhannad Alnaqbi.

«Un’occasione storica, una grande sfida per Dubai, per la Sicilia, per l’Italia», ha detto l’ambasciatore aprendo l’incontro. Del resto è sufficiente riportare un dato: già effettuate 2.500 prenotazioni dall’Australia per Catania, come annunciato dal senior vicepresidente commerciale di Emirates, Thierry Aucoc. Grazie a un solo transito via Dubai, infatti, la Sicilia adesso sarà collegata con oltre 200 destinazioni del mondo, che includono sei continenti in oltre 80 Paesi, dall’Oceano Indiano all’Asia orientale, da Hong Kong alla Nuova Zelanda.

Una collaborazione dalla forte valenza strategica, nel breve e nel medio lungo periodo, non solo dal punto di vista turistico ma, ovviamente, anche sul piano degli affari e degli investimenti, con forti ricadute sui livelli occupazionali e sugli scambi commerciali. Basti pensare che l’export italiano verso gli Emirati Arabi Uniti vale 5,5 miliardi di euro, mentre Dubai si conferma l’aeroporto più grande di tutto il Medio Oriente. È chiaro, quindi, che ci sono tutti i presupposti per l’avvio di una importante stagione di business, di nuove attività di investimento, «e l’aeroporto di Catania si farà trovare pronto», ha detto Nico Torrisi, amministratore delegato di Sac, la società di gestione dello scalo siciliano.

Emirates opererà su questa rotta in codeshare con flydubai. I passeggeri ricevono pasti gratuiti e la registrazione del bagaglio con Emirates, anche sui voli operati da flydubai, sia in economy che in business class. Proprio la presenza quotidiana su tutti i voli della divisione business class, dieci posti con comfort e sedili totalmente reclinabili, conferma la policy di flydubai di investire sul turismo d’affari e non solo sul turismo leisure.

«Per noi è un momento magico – ha aggiunto soddisfatto il senior vicepresidente delle operazioni commerciali di flydubai, Jeyhun Efendi – La convenienza dei voli diretti per Dubai, così come i collegamenti in arrivo, apriranno le porte del mondo ai nostri passeggeri. Il Boeing 737 Max 8 è un carrier ibrido, che ci permette di andare in aeroporti regionali, una soluzione per noi più economica e che garantisce una maggiore espansione in tutta Europa. Non avevamo mai avuto un volo diretto con la Sicilia, ora speriamo di poter avviare nuove collaborazioni con altre città siciliane e italiane».

L'Autore

Massimo Prestia
Massimo Prestia

Guarda altri articoli