La moda delle “experience”, se il mare non basta più

La moda delle “experience”, se il mare non basta più
18 Giugno 07:00 2019 Stampa questo articolo

Dire che il mare sia diventato un optional è senza dubbio un’iperbole, ma di certo i tour operator specializzati nelle vacanze balneari in Italia hanno allestito quest’anno una programmazione dove la sezione activity o experience è sempre più ampia e strutturata.

In prima fila c’è proprio Futura Vacanze, reduce dal suo grand opening in Calabria, che nel ricco catalogo di 356 pagine tutto dedicato al mare italiano prevede un’ampia gamma di attività escursionistiche sul territorio, inaugurando all’interno degli stessi villaggi la Futura Academy con corsi di cake design, scuola calcio, di circo, arte e disegno.

C’è poi l’area on demand activity: a seconda della struttura e del territorio che la circonda, l’operatore organizza gite ed escursioni con itinerari su richiesta, come prodotti sartoriali da abbinare al semplice soggiorno mare. La differenza la fa l’agenzia di viaggi partner che raccoglie gli input dalla clientela, proponendo visite o veri e propri tour esperenziali.

Anche il Gruppo Nicolaus lavora molto sui prodotti complementari. Ad esempio, al Nicolaus Club Paradise Beach di Selinunte è stata predisposta la Linea Experience. Si tratta di proposte smart dedicate a chi, pur avendo come obiettivo principale il soggiorno mare, vuole anche concedersi visite alle principali attrazioni nei dintorni del resort.

Nei pacchetti Experience sono inclusi volo, soggiorno, trasferimenti e – a discrezione della clientela – escursioni di mezza giornata con guida al parco archeologico di Selinunte oppure al Mercato settimanale di Sciacca, e altre iniziative come Mazara del Vallo by Night.

Molto attivo sul fronte activity anche Ota Viaggi. Da anni, in aggiunta al soggiorno mare classico, il t.o. propone tutta una serie di servizi correlati come in Sardegna itinerari trekking nei canyon di Ispingoli, bike tour in Barbagia, corsi di arrampicata sulle spiagge di Calaluna e Cala Marioli. A integrazione di questi “programmi plus”, poi, vengono allestite vere e proprie Settimane dedicate allo yoga o allo shiatsu.

Sempre Ota Viaggi, poi, in Puglia, programma la visita per i piccoli ospiti alle Riserve naturali di Fasano e Torre Mozza. Mentre per la clientela adulta, in molte strutture a marchio Cds Hotels, vengono allestiti corsi enogastronomici molto seguiti e apprezzati dagli ospiti.

Infine al Minerva Club, in Calabria, Ota Viaggi propone il Sybaris Explora, un nuovo grande parco tematico con attività adatte a persone di tutte le età, tra cui il Parco Avventura con percorsi tra gli alberi di diversa di difficoltà. Parentesi di grande impatto come l’Archeo Experience, nuovissima area che ospita una fedele ricostruzione dell’antica Sybaris romana, che prevede anche esperienze didattiche con divertenti laboratori di archeologia.

Infine c’è chi, come Kappa Viaggi, potrebbe un giorno esportare i suoi Momenti Kappa anche nell’estate italiana. Per ora le activity sono avviate solo in alcune strutture all’estero. Il format prevede vere e proprie full immersion nella vita locale, nelle abitudini e tradizioni del luogo, nella cultura gastronomica, senza alcun supplemento. Due esempi su tutti: al Kappa Club Playa Granada corsi di cucina andalusa, cinema sotto le stelle e visite alla Bodega Ron Montero; e al Club Palmeraie di Marrakech, passeggiate nel giardino bio-aromatico e corsi di cucina a casa delle famiglie del luogo.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Andrea Lovelock
Andrea Lovelock

Guarda altri articoli