La grande alleanza Neos-Ita Airways

08 Febbraio 11:45 2022 Stampa questo articolo

Il blu della livrea Neos si allea con l’azzurro degli aeromobili Ita Airways. Le due compagnie aeree italiane – una di proprietà del Gruppo Alpitour, l’altra che ha preso il testimone di Alitalia – hanno annunciato infatti un accordo di feederaggio che mira ad ampliare i servizi leisure soprattutto per i nostri connazionali. Obiettivo: il lungo raggio leisure connesso con gli aeroporti minori italiani.

La collaborazione, in questa prima fase, prevede il potenziamento dei collegamenti nel nostro Paese soprattutto dal sud (ma non solo) così da proporre da città quali Bari, Brindisi, Catania, Palermo e Lamezia Terme più combinazioni per raggiungere i principali aeroporti nazionali e proseguire verso destinazioni internazionali.

Nel dettaglio, il feederaggio permette quindi l’unione dei voli Neos e Ita da Roma Fiumicino verso Maldive, Repubblica Dominicana e Dubai, tutte mete aperte per turismo. In quest’ottica, Neos ha lavorato a un flusso di prenotazione in grado di dialogare con le piattaforme delle due compagnie aeree e vendere quindi voli in connessione.

Si tratta di un passaggio molto importante per il vettore del Gruppo Alpitour che potrà contare, quindi, sulle connessioni di Ita per alimentare il traffico verso le maggiori mete leisure servite da Neos. Allo stesso tempo, Ita può proporre maggiori mete a lungo raggio all’interno di un operativo che è ancora molto legato alle rotte europee.

L’accordo tra le due compagnie dovrebbe essere il primo passo di un ulteriore sviluppo che porterà ad un ampliamento delle rotte e delle destinazioni raggiungibili con un unico check in e un singolo imbarco del bagaglio.

La vendita dei biglietti è già disponibile sia B2C, sia B2B grazie ai modelli di prenotazione che dialogano tra di loro e fruibili sui vari siti e portali di prenotazione trade, come EasyBook del Gruppo Alpitour. Il feederaggio, quindi, alimenterà anche l’offerta della divisione tour operating di Alpitour World, “di cui Neos fa parte: più prodotto e più opzioni di combinazione di viaggio accessibili a tutti i brand t.o. del Gruppo, diventando così ancora più capillari su tutto il territorio nazionale”, come sottolinea la nota del vettore guidato da Carlo Stradiotti.

“Il progetto di feederaggio con Ita è dunque un ulteriore passo nell’evoluzione della compagnia, che porta avanti un business flessibile, reattivo e calibrato alle necessità contingenti del mercato e dei clienti – ricorda la nota di Neos –  Quest’anno siamo stati una delle prime compagnie aeree ad aderire allo Iata Travel Pass, un passaporto digitale per conservare tutti i certificati di vaccinazione e i risultati dei test e tamponi Covid-19 effettuati, consultabili con un semplice Qr Code”.

Ita Airways e Neos sono le due maggiori compagnie aeree italiane, seguite da Air Dolomiti (controllata del Gruppo Lufthansa) e da Blue Panorama (Gruppo Uvet) che al momento ha ottenuto il concordato preventivo e ha messo a terra tutti gli aerei in attesa di possibili compratori per uscire dalla crisi finanziaria che la attanaglia. In quest’ottica l’accordo Neos-Ita si rivela ancora più strategico per il rilancio del mercato e del trasporto aereo nazionale.

Nel frattempo, però, il gruppo Msc Crociere (assieme proprio a Lufthansa) ha lanciato pochi giorni fa la sua manifestazione d’interesse per l’acquisizione della maggioranza della compagnia aerea guidata da Alfredo Altavilla e Fabio Lazzerini. Operazione quest’ultima che punta al settore cargo, fly &cruise e alle direttrici verso l’Africa e il Nordamerica.

La sensazione, quindi, è che ai vertici della newco Ita si stia giocando su più tavoli tenendo aperte quando più soluzioni possibili (complementari e non) per garantire alla compagnia il posizionamento ottimale della compagnia sul mercato nazionale e internazionale.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Gabriele Simmini
Gabriele Simmini

Redattore. Specializzato in trasporto aereo, network di agenzie di viaggi, tecnologia, estero, economia e fiere internazionali.

Guarda altri articoli