La fiducia di Boeing: “L’industria aerea ha liquidità per ripartire”

La fiducia di Boeing: “L’industria aerea ha liquidità per ripartire”
15 Aprile 11:54 2021 Stampa questo articolo

Previsioni ottimistiche quelle di Boeing per l’industria del trasporto aereo globale, piegata negli ultimi 13 mesi dalla pandemia. Secondo il colosso di Seattle, infatti, il trasporto aereo gode ancora di sufficienti fondi e liquidità per finanziare l’acquisto di nuovi aeromobili e per uscire fuori dalle secche pandemiche. Imprescindibile, però, sarà la ripartenza dei viaggi e del turismo internazionale per spingere le compagnie aeree alla ricerca di nuvoe opportunità unendo profitti, servizi e sostenibilità.

«I finanzieri e gli investitori comprendono la resilienza del settore e i fondamentali a lungo termine che rendono gli aeromobili una prezioso asset – ha affermato Tim Myers, presidente di Boeing Capital Corporation – Nonostante gli impatti senza precedenti del Covid-19 sull’industria aerospaziale globale, in genere continua a esserci liquidità nel mercato per i nostri clienti e ci aspettiamo che ciò migliori ulteriormente man mano che i viaggi inizieranno ad aumentare».

Il Current Aircraft Finance Market Outlook (Cafmo) 2021, il primo pubblicato dal 2019, riflette la visione a breve termine di Boeing delle dinamiche di mercato e valuta le fonti di finanziamento per le nuove consegne di aerei commerciali. A causa degli impatti della pandemia, il Cafmo 2021 esclude le sue proiezioni di finanziamento del settore a uno e cinque anni.

Il Boeing Commercial Market Outlook 2020, che è una previsione ventennale annuale separata per il mercato degli aerei e dei servizi commerciali, prevede una crescita del traffico passeggeri a un tasso medio del 4% all’anno. Si prevede che la flotta commerciale mondiale raggiungerà 48.400 velivoli entro il 2039, rispetto ai 25.900 aerei odierni.

«I fondamentali del settore continuano a mostrare vari gradi di forza in diversi mercati a seconda delle tendenze regionali della pandemia globale – ha detto Myers – Ci aspettiamo che il capitale continui a essere instradato nel settore da operatori affermati e man mano che i nuovi operatori cercano opportunità durante la ripresa del settore».

Il Cafmo 2021 riporta che il contesto di finanziamento degli aeromobili ha chiuso il 2020 con liquidità sufficiente per finanziare le consegne, ma con sfide in particolare sul debito bancario e sui mercati tax equity.
I punti salienti del report 2020 riportano che il volume dei finanziamenti per la consegna di aerei commerciali è stato pari a 59 miliardi di dollari, con una diminuzione del 40% rispetto ai livelli del 2019. D’altro canto  i lessor di aeromobili hanno eseguito un volume significativo di transazioni di sale-leaseback e la flotta in leasing a livello di settore è salita al 46%.

I capital markets per i volumi del trasporto aereo sono stati superiori del 70% rispetto al 2019.
all’’inizio della pandemia, ma il debito bancario a lungo termine è diventato una delle forme di finanziamento meno utilizzate.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore