La corsa di Interrail, crescita a due cifre

La corsa di Interrail, crescita a due cifre
08 ottobre 07:00 2019 Stampa questo articolo

Autunno è tempo di bilanci e, come ogni anno, anche Interrail fa il suo. Dal 1972, i Pass Ferroviari continuano a crescere e nel primo semestre del 2019 hanno registrato un aumento delle vendite del +17%, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. In controtendenza rispetto ai primi anni, l’età dei passeggeri ha subito una crescita. Resta lo zoccolo duro dei giovani (tra i 12 e i 28 anni) al 57%, ma i viaggiatori adulti (dai 28 ai 59 anni) e i senior (gli over 60) seguono con una distanza sempre più ravvicinata: il 43%.

Il numero dei passeggeri Interrail complessivi negli ultimi 13 anni è triplicato: dai 100mila del 2005 ai 300mila del 2018. La maggior parte sceglie i Pass da 3/5/7 o 10 giorni per sostare più a lungo nelle destinazioni prescelte. Il One Pass Country più venduto resta l’Italia ma, tra le destinazioni, nella top 5 troviamo Amburgo, Parigi, Berlino, Vienna e Copenhagen. La rotta più gettonata – come ci conferma Silvia Festa, market manager di Eurail Group – «è senza dubbio la Londra-Bruxelles per l’elevato flusso di persone dal Regno Unito verso il Vecchio Continente e per il fascino del viaggio nel tunnel che attraversa la Manica».

Tra tutte le destinazioni, quella che prevale è Amburgo, per la posizione strategica in cui si trova. Tutti i titolari di Pass Interrail hanno accesso a oltre un centinaio di sconti e offerte: il 15% di sconto sui tour panoramici in città, il 10% di sconto sul pernottamento nelle strutture Europe’s Famous Hostels, il 10% di sconto in un Hard Rock Café, e fino al 50% di sconto per l’acquisto di City Card e trasferimenti in traghetto in tutta Europa.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Antonella Caporaso
Antonella Caporaso

Guarda altri articoli