Dalla Sicilia al Canada con gli sci: le proposte di Kel 12

Dalla Sicilia al Canada con gli sci: le proposte di Kel 12
28 Febbraio 10:59 2017 Stampa questo articolo

Dal tour operator Kel 12, tre offerte imperdibili per gli appassionati di sci in cerca di emozioni forti: si tratta di altrettanti programmi di viaggio in Canada, Sicilia e Oberland.

Per quanto riguarda la proposta canadese, tra Alberta e British Columbia, le esperte guide di Mountain Kingdom seguiranno i viaggiatori nel percorso attraverso il Banff National Park, dove praticare sessioni di freeride a Lake Louise, sulle Purcell Mountains e sulle Kicking Horse Mountain, dove provare l’emozione dell’heliski e dell’heliscialpinismo e fare fuoripista davvero unici e sicuri. Infine una tappa a Revelstoke, detto anche “buco di neve”, un luogo che offre infinite possibilità per gli appassionati di freeride.

C’è poi un’offerta tutta italiana: il bianco della neve e il nero della sciara, la montagna che si specchia nel mare, gli sci ai piedi e le barche che beccheggiano fra le onde: una sciata all’insegna dei contrasti, è la proposta Kel 12 per scialpinismo in Sicilia. Quattro giorni sulle pendici di ‘a muntagna, il vulcano Etna, sciando accanto alle aperture dei crateri, addentrandosi nel canalone dei Pizzi Deneri, salendo alla Montagnola, da cui si apre una vista strabiliante sullo Ionio e sulla celebre Valle del Bove. La partenza è prevista il 9 marzo.

E infine l’Oberland, un autentico paradiso bianco per gli appassionati di sci: la haute route che percorre le vette dell’Oberland bernese è una delle grandi classiche dello scialpinismo, un percorso che si snoda attraverso gli ampi ghiacciai, in un contesto naturale davvero maestoso. Kel 12 ha programmato una discesa mattutina lungo l’Ewigsschneefeld, l’immenso ghiacciaio che termina alla Konkordiaplatz, dove si incrociano quattro bacini glaciali, posti all’ombra del Gross e dell’Hinter Fiescherhorn, famosi 4mila della regione; si sale quindi nell’ampio vallone che conduce alla Grünhornlücke, il colle che permette di accedere al bacino del Finsteraarhorn: via le pelli, si scende fino al Fiescherfirn, quindi nuovamente pelli e salita al Wyssnollen, prima dell’ultima discesa prima che cali la notte. Il giorno seguente è la volta del Gross Wannenhorn, grande classica della zona, ideale per lo scialpinismo: qui si apre infatti un ampio pendio perfetto per sciare; senza abbandonare il ghiacciaio, il mattino seguente si sale fino al Galmihorn, dove ha inizio la lunghissima discesa fino a Reckingen, nel cuore della valle del Rodano. La partenza di questo circuito bianco è programmata per il 14 aprile.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore