Jet fuel, la corsa continua: nuovo record dei prezzi

Jet fuel, la corsa continua: nuovo record dei prezzi
01 Marzo 12:08 2022 Stampa questo articolo

La guerra tra Russia e Ucraina pesa sempre di più sul prezzo del carburante per il trasporto aereo che già era tornato a livelli molto alti in seguito alla crisi energetica divampata nelle ultime settimane. Un ulteriore colpo per l’aviazione – che iniziava a vedere segnali di forte ripresa dopo due anni di pandemia – che peserà molto sui conti delle compagnie aeree e, di conseguenze, sulle tariffe dei biglietti.

Il punto della situazione lo fa ancora una volta Iata che ha pubblicata le quotazioni settimanali del jet fuel fino al 25 febbraio 2022. Il sito web Iata, alla scheda Jet Fuel Monitor, ha confermato la chiusura del mese scorso con una media per tonnellata metrica pari a 870,84 dollari.

Rispetto a gennaio (mese che ha segnato un maxi aumento portando i livelli a quelli del 2014) stando ai dati Iata riassunti da Fto – Federazione Turismo Organizzato per i suoi associati, si segnala un incremento di 63,41 dollari pari al +7,85%. La media mensile di febbraio si riposiziona sopra la barriera dei 800 dollari con l’ultima settimana che ha registrato un valore di 877,57 dollari.

Rispetto al mese di febbraio dell’anno precedente l’aumento è stato di 340,32 dollari pari al +64,15%.

Quanto al cambio medio del dollaro, a febbraio viene dichiarato dalla Bce pari a 1,13419 dollari per un euro, quindi con un apprezzamento del 0,24% rispetto al mese precedente.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore