L’espansione IpV: fatturato al +14% e nuova sede a Milano

08 ottobre 07:00 2019 Stampa questo articolo

Entra subito nel vivo con un coinvolgente storytelling che ripercorre i 24 anni del tour operator  – e culmina con “l’invasione di campo” di tutti i 135 dipendenti – l’Unconvention di Idee per Viaggiare.

L’appuntamento annuale,  che stavolta è andato in scena a Venezia e, ha visto circa 250 i partecipanti, tra agenzie di viaggi e una cinquantina di partner ed è stata l’occasione per svelare andamento e novità del tour operator, che chiude il bilancio con oltre 90 milioni di euro di fatturato. Un risultato in crescita del 14% rispetto al 2018, con un incremento anche in termini di marginalità. Il 60% del fatturato deriva dall’attività di tour operating, mentre il resto da quella di consolidatore e dai progetti speciali.

«Questo risultato – commenta Danilo Curzi, ceo di Idee per Viaggiare – corona una fase di vita aziendale molto serena e positiva, che sta seguendo con logica un percorso che da un lato punta a posizionarci in un determinato punto della filiera e dall’altro di strutturarci ulteriormente con investimenti importanti sul fronte del miglioramento interno. Abbiamo quindi tutti gli strumenti per puntare a un 2020 ancora migliore in termini di fatturato».

E con l’anno nuovo arriverà probabilmente anche una nuova sede: «Vogliamo aprire a Milano – conferma Curzi – ma il miglioramento interno necessitava di attenzione. Sarà il prossimo step, perché anche se abbiamo sede a Roma, Lombardia e Veneto sono il nostro primo mercato e abbiamo già tre commerciali nuovi in Lombardia e uno in Veneto».

LE DESTINAZIONI TOP. Le Maldive, con +40% rispetto a due anni fa e un totale di circa 3.000 passeggeri nell’ultimo anno, sono tra le destinazioni che hanno registrato la crescita maggiore. «Paradossalmente – sottolinea Curzi – più aumenta il costo del prodotto, più aprono strutture di alto livello, più cresce la domanda. È un destinazione che si combina bene con stopover a Doha, la novità che incuriosisce, un misto tra cultura e mondanità, ma ci auguriamo che riprenda bene anche la combinazione tra Sri Lanka e Maldive».

Le vendite premiano anche gli Emirati, destinazione strategica di Idee per Viaggiare, di cui quest’anno cade il ventesimo anniversario della programmazione. In prima linea Dubai e Abu Dhabi, alle quali si aggiunge l’emergente Qatar che sta riscuotendo un buon successo, anche perché Doha rappresenta un ottimo stopover per viaggi in Australia, Oriente e Oceano Indiano.

Un incremento costante registra anche il Giappone, per il quale si prospetta un aumento della domanda in vista delle Olimpiadi 2020, seguito dagli Stati Uniti grazie a un’offerta sempre più completa e variegata in abbinata alle crociere ai Caraibi. New York, insieme a Thailandia, Maldive, Dubai e Mauritius, guida le prenotazioni per Capodanno, su cui si sta registrando un aumento del 20% rispetto allo stesso periodo del 2018, complice un grande investimento che ha raddoppiato i volumi dei posti volo e camere, unito all’attività di promozione #ideepercapodanno svolta dai sales in agenzia e diventata virale sui social.

Un radicale rinnovamento ha interessato anche Archimede, la piattaforma di dynamic packaging, che genera un terzo dei preventivi l’anno, garantendo comunque il valore aggiunto della sartorialità, propria della filosofia del tour operator.

Un’estrema velocità di elaborazione, infine, caratterizza la nuova release di Boarding Card, lo strumento integrato nella business unit della biglietteria aerea, forte di accordi con oltre 50 vettori, parte di un progetto più ampio che include il consolidatore, la cui attività oggi rappresenta il 37% della produzione del t.o. e la previsione per il prossimo biennio è di un’ulteriore crescita.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Maria Grazia Casella
Maria Grazia Casella

Guarda altri articoli