Fiavet-Orp, intesa per il turismo religioso in adv

Fiavet-Orp, intesa per il turismo religioso in adv
26 marzo 15:03 2019 Stampa questo articolo

Intercettare nuovi target del turismo religioso e specializzarsi nel particolare segmento dei pellegrinaggi, soprattutto all’estero: è questo l’intento del protocollo d’intesa firmato da Fiavet con i vertici dell’Opera Romana Pellegrinaggi (Orp).

«Un’intesa che vuole sviluppare attività congiunte sul territorio – ha spiegato Ivana Jelinic, presidente Fiavet – Sia dal punto di vista commerciale che formativo, per dare agli agenti di viaggi che vogliono avvicinarsi al mondo dei pellegrinaggi una migliore preparazione professionale.»

Sarà comunque un work in progress, come ha aggiunto l’amministratore delegato di Orp, mons. Remo Chivarini: «Perché l’Opera Romana Pellegrinaggi non vuole essere un’agenzia turistica, bensì un consulente per organizzare al meglio i pellegrinaggi che sono essenzialmente esperienze religiose. Per rispondere all’incessante invito di Papa Francesco di essere “chiesa in uscita”, vogliamo metterci al servizio di tutte quelle agenzie di viaggi che si trovano a soddisfare la domanda di clienti che richiedono offerte di pellegrinaggi.»

Lo scorso anno Orp ha movimentato oltre 12mila pellegrini all’estero principalmente Lourdes, Terra Santa e Fatima – che rappresentano il 90% dell’attività, ma per l’ad Chivarini c’è un grosso potenziale di sviluppo anche per servizi di assistenza e di logistica per mete domestiche, a partire da Roma; nonostante ci sia molto fai da te per le destinazioni italiane, incluse Loreto e San Giovanni Rotondo, dove quasi mai si ricorre a organizzatori.

Con Fiavet nasce dunque una partnership che – come qualcuno dice e molti pensano – potrebbe rivelarsi anche un tentativo di scongiurare quella forma di abusivismo, esercitata da parroci e associazioni religiose che si improvvisano tour operator, bypassando i canali tradizionali dell’intermediazione turistica.

L'Autore

Andrea Lovelock
Andrea Lovelock

Guarda altri articoli