Interrail lancia il Digital Italy Pass: itinerari e biglietti via app

Interrail lancia il Digital Italy Pass: itinerari e biglietti via app
14 Luglio 07:00 2020 Stampa questo articolo
Una ripartenza high tech per Interrail, che proprio in questi giorni ha lanciato il Digital Italy Pass, versione digitale del biglietto interamente dedicata al nostro Paese, per un pieno rilancio della destinazione.
L’Italia è la prima a sperimentare questa digitalizzazione all’insegna della semplicità come spiega Silvia Festa, marketing manager di Interrail: «Il lancio del Digital Italy Pass è il primo passo di un progetto di digitalizzazione che permetterà poi ai clienti di avere in un unico pass l’intera rete Interrail, Global Pass, per l’Europa entro la fine dell’anno. Per estenderla poi a tutti i 33 paesi del network. Il pass Interrail, che è sempre stato cartaceo, è dunque disponibile sui nostri canali di vendita in versione elettronica e Trenitalia, tra tutti i partner, è di fatto il primo operatore ad avere questa versione digitale».
Il meccanismo della versione elettronica è molto semplice: il passeggero approda sul sito interrail.eu e sceglie se acquistare il biglietto cartaceo oppure quello elettronico; dopodichè, se opta per la seconda opzione, riceve una email di conferma e gli viene indicato come scaricare la app Rail Planner, estremamente semplice e intuitiva, si crea il proprio itinerario e può perfino accedere a sezioni di info sul viaggio e condividerle sui canali social.
Un nuovo capitolo post lockdown di Interrail, come evidenzia Festa: «Dopo esserci dedicati all’assistenza e alla sicurezza dei clienti, allestendo pagine sul sito con le situazioni del traffico internazionale, si è passati alla campagna Europe from Home, ovvero come vivere le destinazioni da casa durante il lungo lockdown; e ora siamo finalmente in grado di offrire una novità assoluta sulla quale puntiamo molto. Tra l’altro viene confermata la possibilità di poter acquistare un biglietto Interrail fino a 11 mesi prima della partenza, e quindi con la massima flessibilità».
Il momento difficile sembra dunque passato e lo dimostrano anche i trend. «In queste ultime settimane stiamo riscontrando segnali di ripresa nelle vendite, con un 78% di vendita Global Pass che copre tutta l’Europa e il rimanente 22% di vendite del One Country Pass, che permette di visitare il singolo Stato. Una modalità, quest’ultima – precisa – in crescita per il fatto che i passeggeri si concentrano sulla singola destinazione. Circa, infine, i principali bacini della domanda, primeggiano tedeschi, olandesi e svizzeri, mentre tra i paesi più richiesti figurano Italia, Francia e isole greche».
  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Andrea Lovelock
Andrea Lovelock

Guarda altri articoli