Il long haul di Iberia cresce ancora e sfiora i livelli pre Covid

Il long haul di Iberia cresce ancora e sfiora i livelli pre Covid
28 Marzo 13:00 2022 Stampa questo articolo

Iberia punta forte sulla summer e annuncia il ripristino dell’85% della sua capacità rispetto al 2019. La compagnia aerea del Gruppo Iag sottolinea anche di aver recuperato quasi tutta la sua rete di destinazioni pre-Covid aggiungendo frequenze su tutti quei mercati dove le restrizioni sono state revocate.

Per l’estate, quindi, Iberia prevede di operare fino a 340 voli a lungo raggio a settimana, 220 verso l’America Latina e altri 120 attraverso il Nord Atlantico e, in Europa, i servizi raggiungeranno livelli pre-pandemia. Iberia Express aumenterà la capacità di quasi il 30% rispetto ai livelli del 2019 sulle rotte verso le Isole Baleari e Canarie.

Particolare rilevanza sul long haul avranno i collegamenti per gli Stati Uniti, destinazione che vedrà il maggiore impiego di capacità da parte del vettore: il numero di destinazioni passerà da sei a nove e offrirà più di 120 voli settimanali verso gli Usa. Da giugno decolla, infatti, la nuova rotta per Washington Dc e poi da Dallas, oltre al ripristino dei voli per San Francisco e l’aumento di frequenze per Boston, Los Angeles, Miami e New York.

In Italia Iberia raggiungerà Roma, Milano, Firenze, Venezia, Napoli, Bologna e Torino e, da metà giugno, Catania, Olbia e Cagliari, mentre Iberia Express volerà anche su Bari.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore