Il Gruppo Lufthansa riduce la capacità su tutto il network

Il Gruppo Lufthansa riduce la capacità su tutto il network
02 Marzo 12:18 2020 Stampa questo articolo

Di fronte all’emergenza da Coronavirus anche il Gruppo Lufthansa corre ai ripari. Nelle prossime settimane, si legge in una nota, il numero dei collegamenti di corto e medio raggio verrà ridotto del 25%, con la possibilità che i tagli vengano ridotti, o aumentati, in base all’evoluzione della situazione.

Inoltre, il Gruppo di Francoforte continuerà parallelamente a ridurre lo schedule sulle rotte di lungo raggio, dal momento che gli aeromobili long-haul messi a terra passeranno da 13 a 23. Ma non è tutto, perchè Lufthansa Group starebbe anche pensando di ridurre l’orario di lavoro dei propri dipendenti in alcune aree del globo.

“Non è ancora possibile stimare l’impatto finanziario di questa situazione, nè il modo in cui si svilupperà”, conclude la nota. Il Gruppo Lufthansa pubblicherà i prossimi risultati finanziari durante una conferenza stampa il prossimo 19 marzo.

In particolare, per il momento il Gruppo Lufthansa ha deciso di estendere fino al 24 aprile la sospensione dei voli tra Germania, Svizzera, Austria e Cina continentale da parte di Lufthansa, Swiss e Austrian Airlines.

Lufthansa, ad esempio, sospenderà i voli per Teheran fino al 30 aprile, mentre i voli tra Monaco e Hong Kong saranno sospesi tra il 6 marzo e il 24 aprile. Durante questo periodo i passeggeri, ove possibile, verranno spostati sulle rotte in partenza da Francoforte e Zurigo. Tra il 5 marzo e il 24 aprile alcune frequenze saranno cancellate anche sulle rotte da Francoforte e Monaco per Seoul.

Per quanto riguarda l’Italia, nel mese di marzo sempre Lufthansa ridurrà le frequenze per Milano, Venezia, Roma, Torino, Verona, Bologna, Ancona e Pisa. Saranno inoltre ridotte le frequenze sulle rotte domestiche da Francoforte a Berlino, Monaco, Amburgo e Paderborn e da Monaco a Berlino, Amburgo, Düsseldorf, Colonia, Brema e Hannover.

Swiss, da parte sua, ridurrà con ogni probabilità le frequenze dei voli da e per Firenze, Milano, Roma e Venezia fino alla fine di aprile. Stessa cosa per Austrian Airlines, che sta riducendo del 40% il programma di voli verso l’Italia a marzo e aprile, sulle rotte da Vienna a Milano, Venezia, Bologna, Firenze, Roma e Napoli.

Eurowings sta riducendo i suoi voli da e per Venezia, Bologna e Milano fino all’8 marzo. I voli Eurowings verso altre destinazioni in Italia non sono al momento interessati da questi cambiamenti.

In merito ai propri collegamenti per l’Italia, Brussels Airlines ha deciso di ridurre i suoi voli per Roma, Milano, Venezia e Bologna del 30 percento fino al 14 marzo.

 

L'Autore

Giorgio Maggi
Giorgio Maggi

Guarda altri articoli