Il grande passo di Turisanda

Il grande passo di Turisanda
07 giugno 09:59 2019 Stampa questo articolo

Due linee di prodotto, ma un solo marchio. La nuova Turisanda nell’era Alpitour manda (quasi) in soffitta il brand Hotelplan e si riprende il posto che le spetta nella storia del turismo organizzato italiano.

«Affidabilità, qualità e ampiezza di destinazioni. Da un sondaggio commissionato a Ipsos è emersa una percezione simile tra i due marchi, ma con Turisanda in netto vantaggio», ha spiegato Tommaso Bertini, direttore marketing del Gruppo Eden, durante la presentazione del restyling dello storico operatore milanese.

Simili sono anche gli importi della pratica media e, per dirla con il business unit director Luca Battifora, «già ora operiamo a duplice mandato nel back office e a livello operativo». Tanto valeva quindi «capitalizzare gli investimenti in sviluppo e comunicazione già fatti sul brand più storico». Senza contare che, mentre Turisanda è un marchio di proprietà, Hotelplan rimane in affitto, fino al 2026.

L’obiettivo adesso, dopo che nell’ultimo anno i passeggeri sono aumentati del 46% (per Turisanda) e del 21% (per Hotelplan), parla di un fatturato di 62 milioni al 31 ottobre, con la certezza, dice il direttore commerciale del Gruppo Eden, Angelo Cartelli, «che ora per le agenzie diventiamo più semplici da vendere».

Sul fronte della programmazione nove cataloghi saranno firmati con il rosso tradizionale di Hotelplan (in copertina, il brand di proprietà elvetica compare in calce alla pagina, quello di Turisanda in cima). Destinazioni, più o meno tutto il mondo, con il ritorno del Marocco per un prodotto itinerante e su misura.

Colore azzurro «come il mare», invece, con una programmazione che tocca Oceano Indiano, Medio Oriente, Kenya, Zanzibar, Caraibi. In generale, prosegue Battifora, «aumentano i prodotti in esclusiva, ritorniamo su Mauritius con un accordo in esclusiva con Beachcomber. Ci saranno esclusive anche sulle Maldive. E poi ancora non meno di 35 tour confezionati su misura in tutte le principali destinazioni».

Spazio, infine, al servizio concierge per i clienti top e a una linea di prodotto dedicata al turismo esperienziale. Tutto grazie a una partnership con Mondadori che, su certe date e certi itinerari, permetterà di partire in compagnia di alcuni fotografi della casa editrice di Segrate.

L'Autore

Giorgio Maggi
Giorgio Maggi

Guarda altri articoli