Il giro del mondo alla Bmt di Napoli

23 marzo 12:35 2017 Stampa questo articolo

C’è chi punta sulla formazione, chi invece su una nuova campagna pubblicitaria. O ancora, sui collegamenti aerei. L’obiettivo? Attirare sempre più italiani, configurando il Sud Italia come un importante mercato in cui catturare turisti, da portare poi alla scoperta delle proprie destinazioni.

Egitto

Mentre è ancora aperto il dibattito sul possibile aumento del visto, l’Ente del Turismo Egiziano sarà a Napoli per promuovere l’Egitto con la sua combinazione di storia, arte e natura. «Bmt è un’occasione unica per spingere la destinazione sia per quanto riguarda l’estate, ma soprattutto la primavera. A marzo, i collegamenti saranno incrementati con l’introduzione di nuovi voli da alcune delle principali città italiane, tra cui Napoli», dichiara il direttore Emad Fathy Abdalla.

Sudafrica

Una destinazione dal forte appeal per diverse tipologie di turista, tra animali selvatici da ammirare durante un safari, la veduta di Cape Town dalla cima della Table Mountain e il tramonto dalle spiaggie bianche dell’Oceano Indiano. È il Sudafrica, che alla Bmt di Napoli ha scelto di incontrare gli agenti di viaggi e gli operatori facendo leva su sessioni di formazione sulla destinazione (saranno tre le lezioni giornaliere). «Consideriamo gli adv dei partner di importanza strategica – afferma Bashni Muthaya, regional manager South Europe per South African Tourism – e collaborare con loro coinvolgendoli in iniziative formative ci permette di fornirgli gli strumenti migliori per vendere il Sudafrica ai propri clienti».

Cipro

Il Sud Italia, un importante bacino di utenza per Cipro da mantenere vivo. Ne è convinto Christos Tsiakas, direttore dell’Ente Nazionale per il Turismo del Paese, che dichiara: «La Bmt è un appuntamento di primo piano. Tra tutto, valorizzeremo Pafos come Capitale Europea della Cultura 2017». Aumento dei flussi dall’Italia di quasi il 30% nel solo mese di gennaio rispetto allo stesso mese dello scorso anno, probabilmente destinato a crescere grazie ai nuovi collegamenti operati da Alitalia, che da fine marzo volerà su Larnaka, con voli anche da Capodichino. «Riapriranno anche i collegamenti Ryanair da Ciampino su Pafos – continua Tsiakas – Alla Bmt parleremo, inoltre, degli eventi in programma. E ancora viaggi di nozze e incentive».

Croazia

È un Paese che si presenta alla Bmt con dati molto positivi: nel 2016 la Croazia registra 16,3 milioni di arrivi e 91,3 milioni di pernottamenti (circa 11 milioni in più rispetto al 2015). Ospiti provenienti, per la maggior parte, dalla Germania. Al quarto posto, invece, l’Italia, che ha portato a Cipro 1,2 milioni di arrivi e 5,3 milioni di pernottamenti. «Siamo molto soddisfatti – afferma Branko Curic, direttore dell’Ente Nazionale Croato per il Turismo in Italia – anche del ritorno dei turisti dal Regno Unito e dalla Scandinavia. Adesso tre sono gli obiettivi: rafforzare il brand, destagionalizzare l’offerta e aumentare i profitti provenienti dal turismo. Spazio, inoltre, per la nuova campagna marketing, con lo slogan “Croazia, piena di vita”, e a “Croazia365”, che ha lo scopo di attirare turisti anche in bassa stagione».

Israele

Presentarsi alla Bmt, in veste sempre più rinnovata al mercato del sud Italia: è questo l’obiettivo di Israele, una meta che nel tempo si conferma facilmente raggiungibile anche dal meridione, con voli da Roma, ma anche da Napoli (i collegamenti offerti da El Al dovrebbero riprendere il prossimo 7 aprile). Quest’anno, inoltre, l’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo sarà nuovamente presente anche nell’area gay friendly, promuovendo Tel Aviv.

Malta

Aspettative più che superate per Malta: nel 2016 sono stati 315mila i turisti che dall’Italia hanno viaggiato verso l’arcipelago maltese, segnando una crescita dell’11,5% rispetto al 2015. Alla base di tutto, la facile raggiungibilià del posto, la breve durata dei voli (poco meno di due ore) e la possibilità di usufruire oltre che di vettori di linea anche di compagnie low cost. E bisogna tener conto anche dei trasferimenti via mare. Inoltre, campagna di comunicazione e stretto contatto con le adv, soprattutto attraverso fiere e webinar, puntando anche su due segmenti in avanzata: wedding e Lgbt. Un 2017 di fermento per Malta, senza dimenticare la nomina di Valletta a Capitale Europea della Cultura 2018, che porterà un vasto calendario di eventi pronti ad aggiungersi a quelli tradizionali di ogni anno.

Repubblica Dominicana

Un rapporto vivo quello tra la Repubblica Dominicana e il Sud Italia, da consolidare. Si è di fronte a una destinazione in crescita, che secondo gli ultimi dati percepiti ha visto aumentare del 6,7% il numero degli arrivi turistici. Obiettivo? Raggiungere i dieci milioni di turisti entro il 2022, così come indicato dal presidente Danilo Medina. Meta fra le più richieste per i viaggi di nozze, il Paese ha investito sullo sviluppo delle infrastrutture per essere appetibile a ogni target di mercato. Nell’Anno Internazionale del Turismo Sostenibile per lo Sviluppo – dichiarato dall’Onu – è stato, poi, segnalato un incremento di visitatori delle aree protette dell’isola: tra queste troviamo ad esempio il Parque Nacional de Los Haitises, le cascate di Damaguaja o anche la Cueva de Los Tres Ojos.

Spagna

Otto le regioni spagnole presenti a Napoli: Madrid, Castiglia e León, Andalusia, Valencia, Gran Canaria, Tenerife, Fuerteventura e Lanzarote. A testimonianza del grande interesse della Spagna a promuoversi nel Centro Sud dell’Italia, soprattutto in vista dei nuovi voli da Napoli, Bari, Lamezia, Palermo e Roma Ciampino. Ma anche Cagliari e Firenze. All’Italia la Spagna piace, a confermarlo i dati: 4 milioni i turisti italiani in terra spagnola nel 2016.

Tunisia

L’Ente del Turismo Tunisia continua a dare un messaggio di positività verso il mercato italiano e incontrerà a Napoli i professionisti del settore e i media per promuovere e annunciare le novità 2017. «Abbiamo buone prospettive per la primavera-estate – dichiara Souheil Chaabani, direttore dell’ente – Mare e tanta cultura, potendo contare anche su hotel di altissimo livello, con un buon rapporto qualità/prezzo».

Turchia

La Turchia parteciperà alla fiera di Napoli insieme a Turkish Airlines e ad Allegro Tour, Entour e Intra. Oltre ai weekend a Istanbul e ai classici itinerari culturali, gli operatori offrono anche pacchetti che abbinano in estate mare e relax nelle più note località balneari della Costa Egea e della Costa Turchese. Ma sono tante le alternative: tra queste, principalmente, il turismo termale o anche quello medico. Presto, infine, anche una brochure dedicata a tutti gli appassionati di trekking.

Turks and Caicos

In fiera con Naar, l’arcipelago composto da 40 tra isole e caicos, di cui 8 abitate, è una meta emergente per viaggi di nozze e vacanze romantiche. «In Europa, l’Italia è il secondo Paese in termini di arrivi, subito dopo la Gran Bretagna», afferma Courtney Robinson, responsabile marketing dell’ente del turismo di Turks and Caicos. E aggiunge: «Bmt è l’ideale per raggiungere il bacino del centro-sud Italia. L’offerta alberghiera è in continua espansione: sono appena stati aperti due resort e altre strutture sono in costruzione».

Thailandia

L’Ente Nazionale per il Turismo Thailandese ha rinnovato la sua partecipazione alla Bmt di Napoli accogliendo i visitatori nello spazio condiviso con Thai Airways. «La Thailandia ha chiuso il 2016 con 262mila arrivi dal mercato italiano e un +7,9% sul 2015, segnando l’ottavo anno di crescita consecutivo – ha spiegato Sandro Botticelli, marketing manager Tat – Per il 2017 prevediamo una crescita del 5% circa, per un numero totale di arrivi vicino ai 280mila, con l’obiettivo principale di raggiungere il traguardo dei 300mila per il 2018». Nei progetti dell’ente, i prossimi mesi saranno dedicati alla promozione: in primo luogo della destinazione Sukhothai, antica capitale della Thailandia, e del nuovo prodotto Cbt (Comunity based tourism), legato al turismo dei villaggi rurali, esperienza introdotta, quest’anno, nelle brochure da alcuni t.o.

 

L'Autore